domenica 20 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
ven 28 set 2018 11:50
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Solo 45 dei 70 ex dipendenti di Aeradria sono stati ricollocati mentre per i restanti gli ammortizzatori sociali termineranno a fine 2018. Da questo dato parte l’interrogazione parlamentare del deputato di Forza Italia Galeazzo Bignami.

“La società fallita era prevalentemente a capitale pubblico ed era prevista, da parte della Regione Emilia-Romagna, la creazione di apposite liste per ex dipendenti cui tutti gli enti pubblici avrebbero potuto attingere prima di procedere a nuove assunzioni. Ma la lista sembra non essere stata ancora attivata dalla Regione”, spiega il deputato. “La Regione dunque dovrebbe attivarsi, insieme alla Provincia di Rimini, per aprire un percorso preferenziale nelle liste di mobilità tale da consentire un rapido rientro dei lavoratori interessati nei rispettivi settori di competenza anche della Provincia di Rimini”.

Bignami, con apposita interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, chiede che si faccia chiarezza “in merito ai fondi che a suo tempo l’ENAC ha stanziato e messo a disposizione dell’aeroporto di Rimini nel periodo in cui vi era la gestione di Aeradria Spa verificando inoltre l’operato di controllo e vigilanza dell’Enac nel periodo in cui l’aeroporto di Rimini era gestito da Aeradria Spa”.

Notizie correlate
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna