Indietro
menu
Attualità Nazionale

Bando Periferie. Accordo tra Anci e Governo: finanziamenti nel triennio

In foto: il lungomare di Viserba
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 11 set 2018 22:42 ~ ultimo agg. 12 set 11:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Abbiamo trovato una soluzione, il principio è salvo nel senso che i fondi per il bando periferie sono tutti salvi“. Queste le parole del presidente dell’Anci Antonio Decaro al termine dell’incontro a Palazzo Chigi sulle risorse per il bando periferie. “Ora dovremo recuperare, in Conferenza Unificata nei prossimi giorni, gli 800 mln di euro oggetto di una sentenza della Corte Costituzionale per sanare l’incostituzionalità dell’articolo che finanziava per la metà (800 mln) il bando periferie“, ha continuato. Servirà poi un nuovo decreto tra una settimana con il quale sarà recuperata la norma originaria e poi i Comuni potranno procedere con la spesa dalla progettazione all’esecuzione dei lavori. I fondi non arriveranno tutti subito ma saranno distribuiti nell’arco di un triennio in base alle necessità dei Comuni.

Non tutti i sindaci sono però soddisfatti perché alcuni progetti potrebbero slittare rispetto a quanto programmato. Il primo cittadino di Pesaro, Matteo Ricci, parla invece all’Ansa di “generici impegni futuri” da parte del premier e lamenta l’assenza di elementi concreti.

Tra i fondi, figurano anche i 18 milioni per il lungomare di Rimini Nord. Oggi a Roma nella delegazione Anci c’era anche il sindaco Gnassi.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
VIDEO