mercoledì 12 dicembre 2018
di Roberto Bonfantini   
lettura: 3 minuti
lun 27 ago 2018 12:45 ~ ultimo agg. 28 ago 15:26
Print Friendly, PDF & Email
3 min 588
Print Friendly, PDF & Email

Presentati ufficialmente, questa mattina nella sala stampa del “Mazzola”, i centrocampisti del Santarcangelo Emmanuel Cascione e Aleksandros Dhamo.  L’ingaggio di quest’ultimo è stato ufficializzato subito dopo la presentazione. Ecco la nota della società gialloblu: “Il Santarcangelo Calcio comunica l’ingaggio di Aleksandros Dhamo centrocampista classe 1998. Dhamo, che ha firmato un contratto sino a giugno 2019, è cresciuto nelle giovanili del Cesena e nella scorsa stagione ha disputato 20 partite in Serie C con la maglia del Santarcangelo”.

Icaro Sport. Santarcangelo Calcio: presentazione Cascione e Dhamo

A fare gli onori di casa il direttore sportivo del Santarcangelo, Gianluca Stambazzi: “Diamo continuità al progetto, dopo le dichiarazioni del presidente Mestrovic. E siamo a presentare due giocatori importanti perché vogliamo riprenderci la categoria che ci compete: la serie C. Oggi è presente il vicepresidente Stasa Hefti. Dei due giocatori che presentiamo devo dire poco perché li conoscete fin troppo bene. Abbiamo un giocatore che è stato molto importante nella passata stagione, anche per la sua caparbietà: Ale Dhamo. E presentiamo quello che è il miglior giocatore del Santarcangelo, senza togliere niente a nessuno: Emmanuel Cascione. Emmanuel ha sposato subito la nostra causa, stiamo parlando con Emmanuel da tanti giorni perché è una cosa che abbiamo voluto assieme e per noi è un grosso consenso di quello che questa società vuole fare. Ringrazio entrambi i giocatori per la scelta fatta”.

Ecco le prime parole di Emmanuel Cascione da giocatore gialloblu: “Voglio ringraziare la società: il presidente, il vicepresidente ed il direttore. Ci sono state tante vicissitudini, mi sono anche allenato per un giorno a Vicenza, ma adesso sono qui. Questo progetto mi è subito piaciuto e volevo farne parte assolutamente perché trovare una società dove un presidente ha un progetto in testa e vuole partire dal basso e ingrandirsi stimola tutti i giocatori. Le loro parole mi hanno coinvolto e oggi mi trovo qui, sono molto felice, voglio dare un grande supporto alla squadra, aiutare la società ad ingrandirsi e a conquistare quello che merita, e voglio cercare di far crescere anche i ragazzi più giovani, aiutarli a fargli intraprendere una carriera importante. Sono qui per dare il massimo e mettermi a disposizione di tutti”.

Per Aleksandros Dhamo si tratta di una conferma. “Ero qui anche l’anno scorso, sono molto contento di essere ancora in questa società. Conosco già l’ambiente. Ho scelto il Santarcangelo perché è una società seria, e ce ne sono poche in giro, e perché qui c’è un progetto importante”.

Riprende la parola il DS Stambazzi: “L’arrivo di Emmanuel è molto importante. Il suo carisma ci aiuterà a completare meglio l’organico, che tutto sommato non abbiamo fretta di completare. Completarlo sarebbe assurdo finché non avremo la certezza della categoria. Cercheremo di fare piccoli passi tentando di trovare gli elementi giusti per completare la rosa, che mister Galloppa sta amalgamando nel modo migliore. Noi ci abbiamo sempre creduto. È chiaro che con tutto quello che è successo quest’estate delle perplessità ce le abbiamo. Quello che è successo, è inutile andarlo a ribadire, è una cosa assurda, per questo continuiamo ad essere fiduciosi”.

“Non nascondo il fatto che mi sono stabilito in Romagna da un paio di anni e avere il Santarcangelo che mi ha voluto per me è stato fondamentale – a parlare è Cascione -. Non bisogna però confondere il fatto di rimanere in zona con l’essere venuto qui a svernare, voglio ribadire che non è questo il caso. Io ho ancora tante energie, tante cose da dimostrare. Un giocatore ha bisogno di stimoli. Il progetto Santarcangelo deve carburare perché ci sono state tante difficoltà e c’è una sentenza da aspettare, però dopo tanti anni di calcio penso che un giocatore senta dentro quando una società parla e basta o abbia intenzioni serie. Mi hanno fatto capire che c’è un’intenzione seria di progredire. E per un giocatore come me questo è importante. Facendomi firmare mi hanno dato la consapevolezza che questa società vuole fare qualcosa di serio”.

Sul tecnico Galloppa: “Il mister per me è una scoperta perché siamo amici da tanti anni, ho sempre riconosciuto in lui un’idea di quello che pensa. Il fatto è come riesce a trasmetterci le sue idee e a metterle in pratica. Non è facile alla prima esperienza, così giovani, imporsi subito come leader. Io penso lui abbia tutte le carte in regola per fare bene. Anche se non è andata bene la partita di ieri a livello di risultato, giocando su un campo che non ci ha permesso di esprimere le nostre qualità, ho visto nelle partite precedenti che la squadra ha giocato secondo quanto ha detto il mister”.

In chiusura Dhamo fa un passo indietro, ripensando all’epilogo della passata stagione. “La retrocessione l’abbiamo vissuta malissimo perché eravamo salvi e la penalizzazione ci ha poi costretti a giocare i play out. Siamo qui, il campionato di serie D è difficile, ma noi puntiamo a vincere tutte le partite e di conseguenza anche il campionato”.

Intanto, il tecnico del Santarcangelo, Daniele Galloppa, commenta la sconfitta maturata ieri in Coppa Italia sul campo del Castelfidardo:

Icaro Sport. Castelfidardo-Santarcangelo 2-1, il commento di Galloppa

Altre notizie
Calcio C girone B

Feralpisalò-Imolese 0-1

di Icaro Sport
di Icaro Sport
Notizie correlate
di Icaro Sport
VIDEO
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO