martedì 11 dicembre 2018
di Redazione   
lettura: 1 minuto
lun 27 ago 2018 17:50 ~ ultimo agg. 23:37
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 614
Print Friendly, PDF & Email

Bocciatura da parte delle associazioni ambientaliste della provincia di Rimini del nuovo centro commerciale, in progetto a Misano Adriatico, tra la statale 16 e la ferrovia, nella zona Bandieri. Un intervento che si aggiunge, dunque, alle polemiche scatenate nei giorni scorsi dalla notizia che si entra in una fase progettuale più operativa, dopo la presentazione di una richiesta d’apertura della conferenza dei servizi (vedi notizia).

Un progetto che, secondo gli ambientalisti, rischierebbe di compromettere il fragile equilibrio ambientale di quell’area. Ma critiche vengono rivolte in generale al modello di sviluppo “anni ’50” che viene così perseguito secondo le associazioni che firmano la nota: si tratta di Ambiente & Salute – Fondazione Cetacea – Italia Nostra Rimini- Legambiente ValmarecchiaRigas Acquisti Solidali – W:W:F: Rimini.

Nel mirino soprattutto gli effetti negativi in termini di impermeabilizzazione dei suoli. Gli ambientalisti chiedono alle Autorità preposte “la verifica dei vincoli ricadenti su quell’area dal punto di vista paesaggistico e ambientale come dettato dall’art. 5.3 delle N.T.A. del P.T.C.P. (Zone di particolare interesse paesaggistico ambientale), nonché dei vincoli di cui all’art. 5.7 delle N.T.A. del P.T.C.P. “Aree di Ricarica Indiretta della falda”; chiedono inoltre che la Conferenza dei Servizi E/R verifichi l’esistenza di uno studio-analisi sui costi/benefici del progetto, in termini di ricadute socioeconomiche sul territorio (nuovi posti di lavoro, competitività aziendale, concorrenza leale, diversificazione dell’offerta commerciale,ecc..), oltre a quelle ambientali.

Domani, 28 agosto, intanto, è in programma un incontro da parte del sindaco, con le categorie economiche.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO