domenica 16 dicembre 2018
In foto: (Adriapress)
di Redazione   
lettura: 2 minuti
mar 7 ago 2018 14:00 ~ ultimo agg. 14:09
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Rafforzamento in vista per la Polizia Municipale di Rimini. La Giunta comunale ha approvato la delibera relativa al piano occupazionale, che segue un atto già approvato a giugno nelle sue linee generali.

Tre erano le tre direttrici d’azione indicate: quella del blocco della mobilità volontaria in uscita del personale della Polizia municipale, così da contenere nell’immediato ulteriori riduzioni dell’organico; l’attivazione di un piano straordinario di assunzioni, tramite utilizzazione della capacità d’assunzione generata dalle cessazioni di personale anche diverso da quello di Polizia municipale; la progressiva riduzione dell’età media degli appartenenti al Corpo di Polizia Municipale, attraverso l’utilizzo di formule di reclutamento che garantiscano l’assunzione di personale con meno di 32 anni come quelle della formazione lavoro.

Ora si passa alla parte operativa. Saranno 24 le unità, tra agenti ed ispettori, coinvolte attraverso diverse modalità. Per sei di esse l’attuale tempo parziale sarà esteso a tempo pieno, otto unità di personale, con profilo professionale di agente di PM, saranno assunte a tempo determinato e pieno con contratto di formazione e lavoro così come con le stesse modalità avverrà per sei ispettori, mentre per ulteriori quattro l’assunzione avverrà a tempo indeterminato e pieno.

Nel corso degli ultimi due mandati amministrativi – ha ricordato l’assessore alla Sicurezza Jamil Sadegholvaadil settore della Polizia municipale è stato quello in cui in assoluto il Comune di Rimini ha concentrato il maggiore sforzo per rafforzarne la struttura sia organizzativa che funzionale. Dal 2011, infatti, il Corpo della Polizia municipale è stato rafforzato con l’assunzione di ben 69 nuovi operatori a fronte dei 36 che nello stesso periodo hanno lasciato o sono andati in pensione. Un impegno importante che crediamo necessario mantenere specie di fronte all’aumento dei compiti e delle competenze di un settore vitale e centrale per la convivenza civile di una comunità complessa e variegata come la nostra che ora, con questa nuova serie di azioni sinergiche – soprattutto orientate all’incremento numerico e qualitativo del presidio verso ogni parte del territorio comunale, così come i progetti già attivati per Corpolò e Gaiofana – compie un vero e proprio balzo di qualità.”

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna