venerdì 18 gennaio 2019
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
mer 1 ago 2018 16:39
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Attraverso la variante al Rue si dovrà regolamentare anche l’apertura di Moschee a Rimini. La proposta, già discussa in un recente consiglio comunale, arriva dal consigliere di Fratelli d’Italia Gioenzo Renzi. Il presupposto è lo stop ai lavori per l’ampliamento della moschea di Borgo Marina arrivato per mancanza di cambio di destinazione d’uso dell’immobile. Proprio oggi il comune ha fatto arrivare ai proprietari l’ingiunzione di demolizione delle opere abusive (vedi notizia).
Secondo Renzi il cambio di destinazione d’uso non sarebbe attuabile anche considerando l’impatto della Moschea che si trova sotto ad un condominio, all’incrocio di due strade strette con marciapiedi minimi e senza possibilità di parcheggi.
Permane – spiega il consigliere – il problema del trasferimento della Moschea sita dal 2004 in una casetta di poco più di 100 Mq. ad uso ufficio di Corso Giovanni XXIII in un’altra zona più idonea della città, come a Ravenna, e in un immobile compatibile per eliminare l’impatto delle centinaia di Mussulmani che vi accedono sul Borgo Marina. Per questo chiedo di approvare urgentemente, alla luce dell’esperienza nel Borgo Marina, la Variante al RUE per regolamentare l’apertura dei luoghi di culto o Moschee, stabilendo gli standard urbanistici, indici di affollamento, classificazione acustica, requisito della visitabilità, norme igienico sanitarie e della sicurezza, e indicare possibili localizzazioni per evitare l’impatto sui residenti”.

La discussione di due settimane fa in consiglio comunale

Moschea a Borgo Marina. Vivace dibattito in consiglio comunale

Altre notizie
di Redazione
elezioni amministrative

Bene comune e pace sociale

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna