domenica 16 dicembre 2018
di Icaro Sport   
lettura: 1 minuto
lun 6 ago 2018 20:50 ~ ultimo agg. 20:50
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Giuseppe “Iron” De Domenico, alfiere del Fight Club Riccione, sabato scorso è tornato al ring dopo un periodo di pausa dedicato alla perdita di peso ed ha combattuto un torneo di K1 con quattro atleti nella prestigiosa Fight Night di Saint Tropez in Francia, nella categoria -81 KG.

Nel primo match, verso le 20,30, ha incrociato i guanti contro Abdallah Mabel del team Nasser-K con 120 incontri all’attivo. L’esperto avversario ha provato ad entrare con le sue tecniche, ma, De Domenico, ha sempre accorciato la distanza cercando di non dare fiato all’avversario e pressandolo per tutte e tre le riprese aggiudicandosi la semifinale.

Verso le ore 23,00 parte la finale contro Cyril Benzaquen del Club de Chatillon seguito dal maestro Aurelien Duarte con 60 incontri all’attivo con sole 8 sconfitte. Dopo la prima ripresa di studio il francese prova a fare il ritmo, ma il riccionese impone il suo continuo pressing e fa valere la sua migliore forma fisica e tecnica con montanti destri a Low kick a segno che minano la mobilità dell’avversario che, alla fine, cerca di legare per respirare e finire il match in piedi. Vittoria netta di De Domenico che si aggiudica anche il prestigioso torneo.

Per il Fight Club Riccione è stata una prestazione molto importante per la visibilità internazionale che De Domenico, la palestra e la città di Riccione ha avuto.