sabato 15 dicembre 2018
In foto: (Cameli, Fabbri, Astolfi, Cupioli, Bernucci, De Paoli, Lapenta, Damato)
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
lun 6 ago 2018 16:37 ~ ultimo agg. 16:42
Print Friendly, PDF & Email
2 min 140
Print Friendly, PDF & Email

Estate, tempo di mare, caldo, ferie, relax. Non per le società calcistiche però che, ad ogni livello, sono impegnate quotidianamente nella preparazione delle rispettive stagioni sportive. Anche in casa Athletic non si sono riposati un attimo per organizzare settore giovanile e prima squadra, grazie all’impagabile dedizione di tutti i suoi dirigenti.

Appena terminato il campionato il Direttore Sportivo Roberto Fabbri di concerto col Responsabile Fabio Cameli ed il Presidente Wilmer Lapenta si sono buttati a capofitto nella strutturazione della nuova annata che vedrà protagonista la prima squadra, oggi ai nastri di partenza della nuova stagione con l’inizio della preparazione.

La panchina è stata affidata ad uno dei profili più noti ed apprezzati che ci fossero in circolazione: Ignazio Damato, un’autentica leggenda del calcio romagnolo e beniamino dei tifosi riminesi. Come vice allenatore il più unico che raro Luca Santi, altra figura dal passato a tinte biancorosse, garanzia di qualità. Nel delicato ruolo di preparatore dei portieri confermatissimo Franco Spadazzi, persona splendida, appassionata ed estremamente competente.

Spetterà a loro guidare la rosa 2018/2019, che sarà composta tra conferme e nuovi arrivi:

Portieri: Sebastiani (classe ’85), Montagna (‘98).

Difensori: Campanelli (’88), Tomassoni (’88), De Paoli (‘83), Manfroni L. (’85), Pagliarani (‘93), Fornino (’87), Cupioli (‘99).

Centrocampisti: Casadei (’83), Succi (’88), Bartolini (’89), Ceccarini (’92), Valentini (’82), Fontana (’98), Sternini (‘87).

Attaccanti: Zaghini (‘89), Bernucci (‘98), Della Marchina (‘89), Depaoli (‘99), Astolfi (‘98),

“La società si è mossa molto bene come ha sempre dimostrato di saper fare – commenta entusiasta Mister Damato -. Adesso è compito dello staff tecnico e dei giocatori della rosa mettercela tutta per valorizzare l’impegno profuso da una dirigenza numerosa, presente, preparata e disponibile”.

Il neo allenatore del Poggio è più che mai pronto per vivere appieno l’imminente stagione: “Mi voglio mettere in discussione con una prima squadra. Finora ho allenato perlopiù nei settori giovanili e sento la necessità e lo stimolo di gestire gruppi diversi. Inoltre la società ha suscitato in me un’impressione molto positiva”.

Chiari anche i punti cardine sul quale sviluppare un’idea di calcio positiva e propositiva. “Mi piace vedere voglia, passione, il vecchio attaccamento alla maglia. I ragazzi si devono anche divertire giocando a calcio, tenendo in considerazione che ci sono sempre in palio dei punti e bisogna essere bravi nel conquistarli. Per riuscirci occorrono grinta e cattiveria agonistica. Voglio vedere atleti che alla fine di allenamenti e partite hanno dato il massimo: devono essere sporchi e sudati. Ed in tutto questo la mia filosofia di gioco è ben lontana dal calciare la palla lunga per poi rincorrerla. Penso di aver sempre trasmesso la voglia di recarsi al campo col sorriso. Non capisco chi non si allena perché, magari, non ne ha voglia. Le soddisfazioni più grandi derivano dal vedere ragazzi che ho cresciuto esordire con le prime squadre. Il mio obiettivo è sempre stato quello: farli maturare in prospettiva, per l’approdo con le squadre maggiori”.

Ufficio Stampa A.S.D. Athletic Poggio

Altre notizie
di Icaro Sport
di Roberto Bonfantini
VIDEO
di Roberto Bonfantini
Notizie correlate
di Roberto Bonfantini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna