domenica 16 dicembre 2018
In foto: la locandina della Festa del Borgo 2018
di Andrea Polazzi   
lettura: 6 minuti 2.222 visite
gio 30 ago 2018 12:35 ~ ultimo agg. 31 ago 15:40
Print Friendly, PDF & Email
6 min 2.222
Print Friendly, PDF & Email

Che Meraveja! Torna la Festa del Borgo e inaugura la passerella galleggiante

“Che Meraveja! Semplice, di tutti, meravigliosa”. Questo il titolo dell’edizione numero 21 della Festa del Borgo San Giuliano chiamata quest’anno a fare i conti con le nuove stringenti norme di safe and security. “Un pesante fardello” commenta Stefano Tonini, presidente della Società de Borg che organizza l’evento capace in ogni edizione (è biennale) di richiamare dalle 20 alle 40mila presenze. “Ma la voglia e l’entusiasmo dei volontari nel realizzare la Festa è più forte delle difficoltà” aggiunge. L’appuntamento, in programma sabato 1 e domenica 2 ma con un’anteprima già venerdì, si arricchirà in questa 21esima edizione di un momento particolare. L’assessore Jamil Sadegholvaad nel corso della conferenza stampa di presentazione ha infatti annunciato che proprio sabato mattina alle 10.30 ci sarà l’inaugurazione della passerella galleggiante che unirà i due lati dell’invaso. L’ultimo tassello della riqualificazione della zona del Ponte di Tiberio. “Un tempo la Festa del Borgo era per i borghigiani un momento di riscatto per valorizzare una zona tagliata fuori dal centro – dice Tonini – oggi, dopo tutti gli interventi realizzati, non è più così. Il Borgo fa parte del centro storico di Rimini e lo dimostrano anche i tanti turisti che si aggirano pieni di meraviglia nella zona“.

Per quanto riguarda la festa sono tanti gli appuntamenti in programma per animare quella che, con l’anteprima di venerdì, è di fatto una tre giorni. Quest’anno ci sarà anche una collaborazione importante con il Festival del Mare. Filo conduttore dell’evento saranno i colori dell’iride con vie e piazze che ne avranno i nomi: piazza gialla “La meraviglia della Musica”, piazza viola “La meraviglia della parola”, piazza arancio “La meraviglia del gioco”, piazza rossa “La meraviglia dell’energia, del ballo e della fiamma”, piazza blu “La meraviglia del mare”.

Ad arricchire le tre serate un suggestivo spettacolo di fontane danzanti con getti alti fino a 40 metri e fuochi d’artificio.

E naturalmente l’immancabile lotteria che avrà un’auto come primo premio.

. Il programma della festa


I dettagli sull’inaugurazione della passerella a cura dell’amministrazione comunale

Sarà la XXI Festa de’ Borg la cornice ideale per l’inaugurazione della nuova passerella galleggiante che da sabato 1° settembre collegherà le banchine di destra e di sinistra del porto antico davanti al ponte di Tiberio.

E’ stato infatti questa mattina che l’assessore ai Lavori pubblici Jamil Sadegholvaad ha dato la notizia in occasione della presentazione del programma della festa che per due giorni, dall’1 al 2 settembre, inonderà strade e piazze del Borgo di San Giuliano con un titolo che non poteva essere più azzeccato: “Che Maraveja”.

Sì, “che meraviglia”, perché dal nuovo pontile il bimillenario ponte di Tiberio apparirà in una prospettiva del tutto nuova ed entusiasmante a disposizione di riminesi e turisti che affollano i tratti del progetto di riqualificazione del bacino già realizzati e che ora, con il taglio di nastro di sabato mattina, si conclude dispiegando appieno le proprie potenzialità.

Il progetto complessivo, finanziato con fondi POR – FESR, è infatti nato per fare del Ponte di Tiberio il centro e la scena per le attività culturali della città e lo fa proponendo una riqualificazione dell’invaso del Ponte e del Canale di ponente, una riorganizzazione complessiva di tutta l’area circostante, che si collega, fisicamente e funzionalmente, con la creazione del Laboratorio Aperto individuato all’interno dell’Ala Moderna del Museo Civico. Un vero e proprio spazio urbano di attrazione nuovo ottenuto mediante la realizzazione di percorsi di discesa alle banchine o di attraversamento del Canale che consentano la piena fruizione di questo straordinario spazio aperto collocato in un contesto storico-monumentale eccezionale, trasformando l’area di influenza del ponte in uno spazio urbano di sperimentazione ed espansione delle attività concepite all’interno del Laboratorio.

Col taglio del nastro di sabato 1 che fa seguito alla conclusione dei lavori e all’apertura al pubblico nel marzo scorso della nuova passerella sospesa, si conclude dunque l’intervento che, uno dopo l’altro, ha visto realizzarsi tutte le sue parti: il balcone aggettante da piazza Pirinela, le nuove rampe di discesa alla banchina per l’abbattimento delle barriere architettoniche ed infine la passerella galleggiante, tratto distintivo e innovativo dell’intero intervento del progetto di riqualificazione del bacino del Ponte di Tiberio denominato Tiberio 4 – Canale Porto Antico.

Un progetto realizzato e diretto dalla squadra di tecnici dei lavori pubblici del Comune di Rimini in un confronto costante e fattivo con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. I lavori sono invece stati realizzati dall’Ati Comic srl di Napoli e Impresa Teknic srl di Pomigliano d’Arco.

In particolare la nuova passerella di collegamento tra banchina destra e sinistra del Canale lunga circa 36 metri e larga 3 con piano di calpestio in doghe di legno di larice, sarà galleggiante grazie ad unità monoblocco con nucleo in polistirolo espanso non rigenerato a cellula chiusa. Sarà ancorata a pali in tubolari di acciaio infissi in alveo così da essere sganciabile da un lato e agganciabile alla banchina in senso parallelo ad essa in caso di necessità e collegata alle banchine fisse mediante sistema di passerelle snodate.

L’inaugurazione della nuova passerella galleggiate avverrà sabato 1° settembre alle ore 10,30 con concentramento sulla banchina di destra del porto ai piedi della scalinata Viganò.


La nota stampa della Festa de’ Borg

Gioca d’anticipo la Società de’ Borg, sfidando Giove Pluvio e le previsioni nefaste.
Molti la volevano rimandare, alcuni addirittura saltarla a piè pari e invece la tradizionale Festa nel primo week end di settembre si fa! Sono passati 39 anni dalla prima edizione e nulla è cambiato nel cuore di borghigiani e riminesi. Si percepisce dalle voci che si rincorrono di casa in casa di bottega in bottega, è iniziato quel fermento che fa parte del DNA di ogni edizione. Sui social l’interesse e la volontà di venire nel borgo c’è eccome.
E il borgo san Giuliano è pronto ad accontentare i suoi ospiti.
Con la ‘Meraviglia over the rainbow’ apre ufficialmente venerdì 31 dalle 18:00 la prima delle 3 giornate di festeggiamenti nel cuore dell’antico borgo di pescatori. Lo spettacolo delle 13 fontane nella nuova piazza d’acqua sarà l’assoluta novità, godibile fin dal primo giorno con i suoi 40 metri di schizzi d’acqua tra cielo e mare, che dialogano con la musica e i colori dell’iride. Un evento meraviglioso possiamo dire a km 0 dal momento che è curato da una piccola azienda locale, molto più nota nel resto d’Italia che non da noi, è stato finora realizzato su alcuni laghi e in occasione di Pitti, a Firenze lungo l’Arno.
La Maraveja dell’acqua accompagnerà i visitatori della Festa per tutti e tre giorni per approdare domenica sera al gran finale della Maraveja del fuoco nel cielo. Si rinnova anche per questa edizione la consolidata collaborazione con Scarpato e con le sue magie pirotecniche. Lo spettacolo di fuoco, lungi dall’essere standard, è pensato appositamente per lo scenario della Piazza sull’acqua e prevede coreografie di luci e musica in sinergia con il contesto.
In merito al tema della Maraveja, il Presidente della Società de Borg Stefano Tonini afferma: “abbiamo ragionato sulla meraviglia pensando alle sensazioni suscitate nel pubblico dalle precedenti edizioni. Il termine meraviglioso era ricorrente nei commenti soprattutto perché gli allestimenti di ogni festa sono unici e irripetibili. La nostra non è una Fiera, non è una Sagra ma è un momento di contenuti che noi cerchiamo ogni volta di rinnovare. Quindi l’invito è di venire a questa festa per vivere dei momenti unici di meraviglia che non ritroverete né a Rimini né in altri contesti”.
La Piazza sull’acqua è un luogo centrico. Ormai adottata a pieno titolo dalla città, rappresenta una ristrutturazione molto desiderata dai borghigiani e realizzata in tempi recenti dall’Amministrazione,
La novità ulteriore di quest’anno è il ritorno alla parola e al teatro. Abbiamo identificato la via Marecchia con il colore viola dedicata alla parola e in particolare al dialetto, con una selezione di poesie dialettali, con una serata di musica romagnola, e un percorso di incontri e racconti curato da Pinkabbestia e Vite in transito.
Il Teatro Verde è un allestimento che verrà creato esclusivamente per questa Festa in piazzetta Gabena sul palco del giardino che in questi anni è stato curato dai Ci. Vi.vo. dalla parte della platea ci saranno delle balle di fieno come sedute per cui riprenderemo una tradizione del ‘700 e dell’800 delle famiglie benestanti che consisteva nel costruirsi un teatro verde in giardino.
Il teatroVerde avrà una programmazione ricchissima da sabato sera a domenica sera di incontri, spettacoli, presentazione di libri.
Le mostre sono quattro , una dedicata alla Maraveja, una alla Poesia, una all’Arcobaleno e una alla Marineria Riminese. Quest’ultima mostra rientra negli eventi del Festival del mare, cominciati a luglio, finalizzati alla valorizzazione della Marineria riminese che hanno avuto un successo insperato e che raccontano di come i Riminesi siano interessati al recupero di una identità perduta.
Per la Festa de Borg una risorsa sempre molto importante sono i volontari. Alcuni mesi fa abbiamo chiesto alla cittadinanza, oltre che ai commercianti, di dare una mano e una intera associazione Argentini nel mondo ha aderito. Quindi avremo una quarantina di argentini, che sono poi italiani alla ricerca, anche istituzionale, delle proprie radici, che ci aiuteranno in tutti gli allestimenti.

La lotteria è un elemento fondamentale della festa, forse una delle più ricche degli ultimi anni
L’Assessore Sadegholvaad che ci porta in premessa i sentiti saluti del Sindaco rammaricato per non poter esere qui che ha avuto dei problemi di fuso e ha perduto l’aereo di ritorno dall’Iran ma..arriverà per la Festa. Doveva arrivare ieri ma arriva domani. “ Ringraziamento non retorico ma reale per tutti quelli che hanno reso possibile questo miracolo. Negli ultimi anni è diventato particolarmente difficile fare eventi per le norme di Safe e Security e anche per le risorse piuttosto contenute. La novità è che sabato alle 10 verrà inaugurata in Piazza Pirinela la passerella che collega le due sponde del porto antico con le strutture che abbattono le barriere architettoniche. E’ un nuovo punto di caratterizzazione suggestivo che regala una prospettiva inedita e interessante sul Borgo San Giuliano”.

Altre notizie
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna