mercoledì 19 dicembre 2018
In foto: la chiesa di San Clemente
di Redazione   
lettura: 1 minuto
ven 31 ago 2018 14:47
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il futuro della Canonica annessa all’attuale Chiesa parrocchiale di San Clemente è un tema sul quale tutte le anime della comunità stanno rivolgendo grande attenzione. Nei giorni scorsi il sindaco Mirna Cecchini, facendo seguito alla preoccupazione su una eventuale vendita espressa dai cittadini anche attraverso una raccolta di firme, aveva parlato di “una consapevole presa d’atto anche da parte dell’Amministrazione comunale“. “Il valore del bene – ha ricordato il sindaco – già soggetto alla tutela del Ministero per i Beni Culturali e per esso alla tutela della Soprintendenza regionale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio (con Decreto Ministeriale del 20 febbraio 2012) – va inteso sia come preservazione di un edificio con proprie peculiarità sotto il profilo della testimonianza di una fede millenaria, sia quale elemento caratterizzante la completezza del Borgo“.

Da parrocchia e Diocesi c’è comunque piena disponibilità a verificare le possibili soluzioni di un percorso comunque complesso. Sul futuro degli spazi non c’è al momento alcuna decisione definitiva. Il dialogo è quindi aperto: la situazione attuale degli spazi, da tempo in buona parte inutilizzati, e le ipotesi sono state valutate con grande attenzione, così come saranno valutate altre ipotesi che dovessero arrivare dal confronto con le parti.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
di Icaro Sport
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna