Indietro
menu
Attualità Montefeltro

A Novafeltria il ricordo dell'Appuntato Scelto Alessandro Giorgioni

In foto: la cerimonia
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 21 lug 2018 15:49
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Quattordici anni fa, il 22 luglio 2004, a Pereto di Sant’Agata Feltria cadeva sotto i colpi del malvivente Luciano Liboni, detto “Il lupo”, l’Appuntato Scelto Alessandro Giorgioni, medaglia d’oro al valore dell’Arma dei Carabinieri. Oggi i Carabinieri della Compagnia di Novafeltria e la comunità locale gli hanno reso gli onori.

Liboni fece fuoco contro il militare che lo aveva fermato per identificarlo. Liboni a sua volta fu ucciso poche settimane dopo in un conflitto a fuoco con una pattuglia di carabinieri a Roma dove si era rifugiato, braccato dopo il barbaro omicidio.

I Carabinieri di Novafeltria con un picchietto d’onore in armi, i Sindaci di Novafeltria e Sant’Agata Feltria, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Tenente Colonnello Giuseppe Sportelli, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Novafeltria, Capitano Silvia Guerrini, i militari delle Stazioni e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, l’Associazione Nazionale Carabinieri, Sezione di Novafeltria, il Comandante del locale Distaccamento di Polizia Stradale e, soprattutto, molti familiari e cittadini, al fianco della sig.ra Simona Cola Giorgioni ed il figlio Leonardo. Sulle note del “silenzio” è stato deposto un mazzo di fiori sulla tomba di Giorgioni e recitata la preghiera del Carabiniere.

Don Giuseppe Grigolon, Cappellano Militare del Comando Legione Carabinieri Emilia Romagna, nell’officiare la Santa Messa di suffragio – celebrata, subito dopo la cerimonia, nella chiesa parrocchiale “San Pietro in Culto” di Novafeltria – sottolineava come “a distanza di quattordici anni, a riprova della vividezza del tragico episodio, nella popolazione e nelle Istituzioni, della Valmarecchia, non più di due mesi fa è stata inaugurata la sede dell’Associazione Nazionale Carabinieri – Sezione di Novafeltria, intitolandola proprio all’Eroe, in memoria del suo sacrificio”. Il sacerdote ha concluso l’omelia ricordando, anch’egli, tutti i caduti nell’assolvimento dei compiti istituzionali.

Notizie correlate
di Redazione   
di Lucia Renati   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna