venerdì 18 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto 1.163 visite
ven 20 lug 2018 09:39 ~ ultimo agg. 13:29
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 1.163
Print Friendly, PDF & Email

La scuola guida mandava un “professionista dei quiz” a sostenere l’esame al posto del candidato, al costo di 3mila euro. La modalità era seplice: nei documenti cartacei consegnati alla commissione veniva sostituita la foto del candidato con quella della persona – un 55enne foggiano – che però rimaneva in quelli digitali.

Una truffa messa in moto da un 40enne riminese, titolare di una scuola guida di Rimini, finito agli arresti domiciliari grazie alle indagini della polizia stradale. Con questo metodo, l’uomo è riuscito a far passare l’esame ad un operaio riminese che aveva perso la patente per guida in stato di ebrezza. I fatti risalgono all’ottobre del 2017, quando, il funzioniario della motorizzazione, all’esame, si è insospettito e ha voluto visualizzare anche il fascicolo digitale del candidato, scoprendo così l’incongruena.

La polizia, arrivata sul luogo, ha chiesto  le generalità dell’operaio e poi è andata a prenderlo sul luogo del lavoro, dove era il giorno della prova per la patente.

Altre notizie
in un garage a santarcangelo

Scovato deposito di ricambi d'auto rubati

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna