venerdì 18 gennaio 2019
In foto: gli uffici della Questura in via Bonsi a Rimini
di Redazione   
lettura: 1 minuto
ven 1 giu 2018 14:54 ~ ultimo agg. 15:09
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Questa mattina presso l’Ufficio immigrazione della Questura di Rimini una donna di nazionalità marocchina del 1975 si è presentata per chiedere informazioni in ordine alla possibilità di richiedere protezione internazionale. La donna, di fatto dimorante in provincia di Pesaro Urbino, probabilmente ha pensato che sarebbe bastato rivolgersi presso un’altra Questura per poter evitare i “problemi” che aveva avuto con altre Questure del territorio nazionale.

ICome operazione preliminare i poliziotti hanno identificato e controllato in banca dati le generalità della donna, scoprendo dal sistema che nei suoi confronti la Procura Generale presso la Corte di Appello di Firenze il 1° luglio 2017, data la definitività della sentenza di condanna, aveva emesso un ordine di carcerazione per reati di spaccio risalenti al 2008. La donna infatti deve scontare una pena di quattro anni dieci mesi di reclusione. Dopo le ulteriori formalità, è stata quindi tratta in arresto e associata presso la casa circondariale di Forlì.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna