giovedì 17 gennaio 2019
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
lun 11 giu 2018 17:36 ~ ultimo agg. 19:13
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Nel corso del 2017, tolti i quasi 2,9 milioni di crediti di dubbia esigibilità, le sanzioni per violazione al codice della strada hanno portato nelle casse del comune di Rimini 8 milioni 350mila euro. Per legge almeno il 50% deve essere reinvestito sulle strade: manutenzione, potenziamento dei controlli, mezzi della polizia municipale, messe in sicurezza e attività di sensibilizzazione. La cifra che il comune dedica a questi interventi, a quanto risulta dalla delibera di giunta approvata nei giorni scorsi, ammonta ad oltre 5,4 milioni pari al 64,86% di quanto incassato. Le voci più consistenti riguardano la manutenzione delle strade (2 milioni 236 mila euro) e della segnaletica (924mila euro), ma, tra le spese straordinarie, ci sono anche quasi 150mila euro suddivisi in tre stralci per l’estensione del sistema di videosorveglianza cittadino e 244 mila euro per il rifacimento delle pavimentazioni stradali relative al 2017 (a cui se ne aggiungono 136mila per il forese e 88mila per la via San Paolo a Corpolò). Circa 10mila euro vanno all’educazione stradale nelle scuole. Tra le spese finanziate anche 215mila euro per la previdenza integrativa degli agenti della polizia municipale.

. Le cifre in dettaglio

La previsione 2018 vede invece entrate (al netto di 4,5milioni di crediti di dubbia esigibilità) per 8 milioni 818 mila euro. Di questi ne saranno reinvestiti sulle strade 4milioni 887mila, il 56,9%. La voce più corposa riguarda la manutenzione stradale sulla quale saranno investiti 2,3 milioni. 161mila euro andranno invece per il canone di vigile elettronico e vista red.

. Le cifre in dettaglio

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna