19 July 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Agente penitenziario aggredito da detenuto a Rimini

CronacaRimini

18 giugno 2018, 19:30

Agente penitenziario aggredito da detenuto a Rimini

in foto: repertorio

C’è stata un’aggressione oggi alla Casa Circondariale di Rimini, ove un carcerato di origine magrebina ha aggredito un Poliziotto Penitenziario prendendolo a calci e pugni, prima dell’intervento di altro personale in divisa richiamato dalle grida dell’agente. Il Poliziotto vittima dell’aggressione è stato accompagnato all’ospedale Infermi di Rimini dove è stato giudicato guaribile in sette giorni per una forte contusione al gomito ed ecchimosi e graf agli arti superiori.

Ne dà notizia il Sinappe dell’Emilia Romagna, sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria, che ricorda come negli ultimi 10 giorni il personale di Polizia Penitenziaria abbia subito, in regione, tre aggressioni: l’8 giugno il Comandante di Reparto di Reggio Emilia, il 17 un agente sempre a Reggio Emilia ed oggi l’episodio di Rimini, mentre altro personale in divisa più il Direttore dell’Istituto si sono infortunati sabato mattina presso l’IPM di Bologna nel tentativo di contenere una violenta rissa tra detenuti di diverse provenienze.

Nell’esprimere solidarietà al collega vittima della “selvaggia aggressione di Rimini, che poteva avere conseguenze drammatiche se non fosse intervenuta un’ulteriore aliquota di personale”, il segretario regionale del Sinappe Gianluca Giliberti denuncia “come, alle molteplici modifche delle modalità custodiali, il DAP non abbia fatto seguire adeguate iniziative volte a ridurre il “rischio professionale” a cui va incontro quotidianamente il personale di Polizia Penitenziaria, se non una scarna circolare di recente emanazione (12/06/2018), a frma del Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, attraverso la quale si raccomanda il personale in divisa “ad usare ogni più opportuna cautela e attenzione al fne di preservare la propria incolumità personale, in primis, nonché la sicurezza dell’istituto” (roba da non credere), oltre a rivolgere alle Direzioni degli II.PP. un vacuo invito a rappresentare eventuali necessità d’incremento d’organico, come se il Dipartimento non fosse già a conoscenza della drammatica carenza di personale soferta nelle carceri del Nord Italia, ed altre sterili raccomandazioni ad attuare la normativa vigente in tema di gestione del detenuto, anche dal punto di vista disciplinare.
L’
auspicio resta pertanto lo stesso che stiamo esprimendo in ogni nostro pubblico grido d’allarme e cioè che, a causa dell’inerzia dell’Amministrazione, non si debba in futuro tornare ad intitolare Carceri italiane alla memoria di poliziotti vittime del servizio, come in un lontano passato accadeva con inaccettabile frequenza”.

Redazione Newsrimini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454