mercoledì 23 gennaio 2019
di Lucia Renati   
lettura: 1 minuto
lun 14 mag 2018 13:10 ~ ultimo agg. 13:55
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Supera quota 500 mila euro il totale recuperato sulle rette insolute nei servizi educativi. L’ insoluto complessivo per questi servizi a luglio 2017 ammontava per le casse comunali a 800 mila euro di entrate in meno. Da meno di dieci mesi, ovvero dall’arrivo delle lettere di sollecito inviate dal Comune di Rimini alle famiglie che non pagano le rette o le mense scolastiche, il recupero procede regolarmente a pieno regime, avendo già recuperato più della metà dell’insoluto complessivo. Quest’attività di recupero continuerà regolarmente nei prossimi mesi utilizzando tutti gli strumenti previsti dalla legge.

“La strada è quella giusta – è il commento di Mattia Morolli, assessore ai servizi educativi del Comune di Rimini – e anche i numeri ci indicano la bontà del lavoro fatto dagli uffici in questi mesi. Abbiamo già avuto un risultato sopra le attese, ora ci manca meno della metà da recuperare. Il concetto è sempre lo stesso, contattare le famiglie una ad una per cercare di aprire un canale di comunicazione diretto. Grazie a questa modalità di prossimità stiamo ottenendo risultati che ci mettono a disposizione risorse importanti implementare il welfare ed il diritto allo studio e i servizi di supporto alle famiglie più in difficoltà”

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna