sabato 19 gennaio 2019
di Maurizio Ceccarini   
lettura: 1 minuto
mar 22 mag 2018 18:31 ~ ultimo agg. 19:23
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Quando la bici è espressione di “mala educazione. la denuncia arriva da Marina Mascioni, Coordinatore riminese del Movimento Nazionale, con corredo di foto del parcheggio selvaggio in zona stazione. Con l’auspicio che la Velostazione possa aprire in tempi brevi.

“Vedere biciclette legate ad un qualsiasi appiglio fisso in presenza di cartelli specificamente dedicati, da parte del Comune di Rimini, al mantenimento di un ordine organizzato di parcheggio con relativi divieti di parcheggio stesso, ci porta inevitabilmente a sottolineare due aspetti che, ribadiamo ancora una volta, ci paiono prioritari relativamente al progresso vero dell’intera città, ovvero l’emergenza primaria di elementi basici di Educazione e l’insufficienza dell’agire comunale relativamente agli atteggiamenti disordinati e maleducati dei cittadini inadempienti rispetto l’osservanza delle regole.

A tal proposito plaudiamo il progetto del Comune di Rimini in collaborazione con “FS Sistemi Urbani s.r.l.”, “R.F.I. Spa” e Regione Emilia Romagna per la complessiva riqualificazione dell’area adiacente alla Stazione ferroviaria, denominato “Velostazione Bike Park” destinato ad essere deposito, noleggio e servizi per le biciclette e i ciclisti oltrechè luogo di sperimentazione sui temi dell’ambiente e della rigenerazione urbana.

Ci auguriamo che tale progetto, con tanto di controlli e relative sanzione rispetto ai trasgressori, venga attuato nei fatti nel più breve tempo possibile (essendo già espletati i bandi relativi all’affidamento per la gestione del parco bici) non sopportando per una città come Rimini un tale pessimo biglietto di presentazione verso i numerosi visitatori e turisti”.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
di Roberto Bonfantini
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna