16 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Palpeggia proprietaria del locale e si masturba davanti alla figlia. Arrestato

CattolicaCronacaMisanoRiccione

7 maggio 2018, 10:42

Aggredisce i Carabinieri di Viserba per riprendersi la documentazione dopo un controllo, arrestato 29enne nigeriano.

in foto: una pattuglia dei Carabinieri

Con l’accusa di violenza sessuale, i carabinieri del comando di Riccione hanno arrestato nel fine settimana un 55enne, nato e residente a Pesaro ma di fatto domiciliato nella Perla Verde.

L’uomo, dopo aver alzato il gomito in un locale di via Milano, ha preso di mira la proprietaria, palpeggiandola nelle parti intime. Non pago, si è poi masturbato davanti alla figlia minorenne della donna. Al loro arrivo i militari del Nor – Aliquota Radiomobile gli hanno messo le manette ai polsi. Espletate formalità rito, l’uomo è stato portato alla casa circondariale di Rimini.

Nel corso dei controlli del fine settimana è stato arrestato per furto aggravato, anche un 18enne nato a Rimini residente a Misano Adriatico. Il giovane, pregiudicato e fuggito da una comunità di Pesaro, aveva rubato l’auto Fiat 500 di una riccionese. I militari della stazione di Misano, dopo una segnalazione, lo hanno sorpreso poco dopo in via Trebbio e sono riusciti a fermarlo mentre tentava di allontanarsi.

Nel bilancio del fine settimana dei Carabinieri della Compagnia di Riccione figurano anche sei denunce. Un 38enne nigeriano, residente a Rimini, è stato denunciato perché, privo di documenti di identificazione, si è rifiutato di indicare le proprie generalità.

Un 40enne nato a Roma ma residente a Saludecio è stato invece scovato dai carabinieri di Riccione in possesso di un grosso coltello del genere vietato.

Una 31enne pesarese è invece stata deferita per procurato allarme e simulazione di reato: la donna ha detto ai militari di Cattolica che nel pomeriggio del 25 aprile era stata vittima di violenza sessuale da parte di un gruppo di giovani non meglio indicati. Gli accertamenti hanno però appurato che si trattava di falsità: la 31enne aveva simulato il reato per giustificare una prolungata assenza da casa, in compagnia del fidanzato.

Infine sono stati denunciati anche tre automobilisti sorpresi alla guida ubriachi. Mentre per altri sei utenti della strada sono scattate sanzioni per un totale di circa 800 euro. In totale sono stati 50 i veicoli e 100 gli automobilisti e motociclisti controllati.

Redazione Newsrimini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454