martedì 16 luglio 2019
menu
In foto: Bonaccini e il presidente APT Cassani
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
ven 11 mag 2018 12:05 ~ ultimo agg. 14:11
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La composizione del nuovo CdA di APT Emilia Romagna, guidato da Davide Cassani e con la presidente degli albergatori riminesi Patrizia Rinaldis tra i consiglieri, non convince la Fiavet. L’associazione che rappresenta le agenzie viaggi esprime infatti “preoccupazione e disappunto per la mancanza di ogni pur minimo contatto, da parte dei responsabili regionali con la nostra Associazione, nella fase di costituzione di un così importante organismo, impegnato a delineare le future strategie commerciali e turistiche dell’Emilia-Romagna”. Il direttivo Fiavet parla di “improvvisa e inaspettata svolta” che ha portato alla “costituzione di un consiglio APT composto solo da albergatori”.
A preoccupare, fatte salve le competenze professionali dei nuovi membri del CdA, è “la mancanza di interlocutori esperti del turismo intermediato” giudicata “del tutto ingiustificata e molto grave”. “E’ risaputo – spiega la Fiavet – che la missione fondamentale dell’APT Servizi è quella di promuovere il nostro territorio all’estero, e soprattutto sui mercati Europei: un settore in cui l’esperienza dei nostri Tour Operator permette e consente – potenzialmente – di dialogare con tutto il sistema agenziale europeo”. “La presenza dei principali rappresentanti del settore agenziale della filiera turistica – conclude il direttivo Fiavet – avrebbe arricchito notevolmente il lavoro – il duro lavoro – che spetta a questo importante organismo dedicato alla promozione turistica del nostro territorio.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna