martedì 18 dicembre 2018
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
dom 20 mag 2018 10:39 ~ ultimo agg. 12:34
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Si è conclusa con due partite affascinanti ed intrise di storia la seconda giornata del Memorial “Flavio Protti”, torneo internazionale di calcio giovanile in scena dal 18 al 20 maggio negli stadi della riviera romagnola.

Inter-Tottenham e Napoli-Juventus hanno chiuso il programma dei quarti di finale, regalando ai tanti tifosi arrivati in riviera uno spettacolo difficilmente replicabile. Se tra Spurs e nerazzurri è stata la maggiore fisicità dei giovani bauscia a prevalere portando i ragazzi di mister Sala al turno successivo, il match clou di sabato è stato senza dubbio quello tra i napoletani ed i bianconeri. Confermare l’aurea adrenalinica dello scontro in Serie A dello scorso aprile era difficile, ma il risultato arrivato dal campo di Sant’Ermete non è stato poi così differente. Non tanto perché a vincere sono stati di nuovo i partenopei (2-1 con il goal allo scadere dell’ottimo Saverio Domanico), quanto perché per 50 minuti si è vissuto in totale apnea, con entrambe le squadre che con grinta, dedizione e fair play hanno tentato il tutto per tutto per portarsi a casa l’intera posta.

Negli altri due quarti di finale il Renate ha confermato il suo status di mina vagante battendo una Fiorentina che fino ad ora aveva quasi sempre fatto la voce grossa; nell’altro invece è bastato un goal al Milan per avere la meglio del Cesena, autentica rivelazione di questo torneo. I detentori del titolo si sono scoperti, oltre che squadra collaudata e di assoluto talento, anche formazione cinica riuscendo a battere con il minimo sforzo i baby talenti romagnoli.

Ecco quindi formati gli accoppiamenti per domenica, con il Napoli che affronterà i nerazzurri mentre i cugini rossoneri dovranno avere la meglio della sorpresa Renate per raggiungere la finalissima di Santarcangelo di Romagna.

Le finaline

Facendo un passo leggermente indietro durante il sabato sono andate in scena anche le finaline di consolazione, partite che hanno regalato altrettanto spettacolo nei nove campi messi a disposizione dall’organizzazione. A brillare Prato, Hellas Verona e Pro Sesto, tutte squadre che anche nel girone avevano dimostrato tutta la bontà del loro vivaio. Bene anche il SudTirol, la Reggiana, il Jazz, il Brommapojkarna, l’A. Brian’s, il Ravenna ed il San Marino vittoriosi nei loro rispettivi match.

Ci sono voluti invece ben 31 tiri dal dischetto per decretare la vincitrice del derby tra Bologna e Parma, con i baby calciatori gialloblù che a termine di una lotteria infinita sono riusciti a portarsi a casa una vittoria comunque prestigiosa.

Da segnalare infine la prima e storica vittoria degli australiani del Manly United che dopo le prevedibili difficoltà iniziali, al triplice fischio finale hanno fatto esplodere tutta la loro gioia. A bocca asciutta invece Sassuolo, Helsinki, Imolese, Bellinzona, Livorno, Santarcangelo, Cittadella e Alma Fano e Cittadella.

Per tutte loro “Flavio Protti” che continua e che le vedrà ancora protagoniste durante le ultime partite in programma domenica mattina, valevoli per i piazzamenti dall’8° fino al 32° posto.

Notizie correlate
Rusticali ammesso allo stage formativo decicato alla classe Mini 6.50.

Matteo Rusticali a scuola di oceano con Giovanni Soldini

di Icaro Sport
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna