21 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Furti, spaccio, e abuso di alcol e droghe al MIF. Un ragazzo ricoverato in ospedale

in foto: il Music Inside Festival

7 arresti, cinque denunce, centinaia di dosi di droga pronta da spacciare. Un ragazzo 20enne di Bologna è stato ricoverato in ospedale per abuso di alcool e droghe. Sono solo alcuni numeri del bilancio dei controlli di sicurezza delle forze dell’ordine per l’evento Music Inside Festival, al quale hanno partecipato oltre 5.000 giovani e giovanissimi.

Un 20enne di Bologna – trovato in possesso di diverse dosi di Mdma – finito in ospedale per abuso di alcol e droga, salvato dai medici dell’Ospedale ‘Infermi’ di Rimini. Sette persone arrestate dalla Polizia di Stato, 5 denunciate, 150 grammi di stupefacente sequestrati. Questo il bilancio dei servizi della Polizia riminese conclusi all’alba del primo maggio, in occasione del Music Inside Festival, l’evento musicale del 29 e 30 aprile al Castel Sismondo, Teatro degli atti e Fiera con noti dj internazionali. Gli uomini della Questura della città romagnola sono stati impegnati all’interno e all’esterno del complesso fieristico, in divisa e in abiti civili per la sicurezza di 5.000 spettatori in quella che è stata denominata operazione ‘Moonlight’. In arresto sono finiti tre giovani peruviani, tra i 21 e 19 anni, per borseggio e furto; altre 4 persone, invece per spaccio: si tratta sempre di giovani tra i 18 e i 25 anni, originari di Caserta, Teramo, Milano e Cosenza.

L’attività della Polizia di Stato:

Si sono conclusi all’alba del 1° maggio i sevizi a predisposti dalla Questura di Rimini in occasione del MIF – MUSIC INSIDE FESTIVAL del 29 e 30 aprile a Castel Sismondo e al Teatro degli Atti (29 aprile 2018), e la Fiera di Rimini (30 aprile), dove dalle 16 e fino alle 4 del mattino si sono esibiti noti Dj di fama mondiale. Stringenti le misure di sicurezza adottate.
L’attività antidroga ha permesso di sequestrare: oltre 42 gr di marijuana e altrettanto di hashish, quasi 10 gr. di ectasy e 10 gr. di ketamina, oltre 10 gr di cocaina, 5 grammi di metanfetamina, una ventina di spinelli, oppio, sostanza stupefacente già suddivisa in dosi, pronte per essere vendute. Sono stati inoltre segnalate amministrativamente per consumo di droga 5 persone, tutte di età compresa tra i 19 e i 30 anni, provenienti da tutta Italia. Tra gli “ospiti” della serata i poliziotti hanno scoperto anche i truffatori dello spaccio: vendevano granelli di sale o altra sostanza innocua. Gli uomini della Squadra Mobile hanno anche denunciato un 26 enne residente in provincia di Lucca, per spendita di monete false perché durante la manifestazione all’interno della Fiera, ha consegnato alla cassiera una banconota di 20 euro contraffatta.

Con l’aiuto del fiuto del cane antidroga della Polizia di Stato sono state arrestate 4 persone. Si tratta di ragazzi di età compresa tra i 18 e i 25 anni: uno proveniente dalla provincia di Caserta, uno dalla Provincia di Teramo, uno da Milano e l’ultimo dalla provincia di Cosenza. Gli arrestati sono stati sorpresi o all’ingresso vistosamente nervoso in considerazione della presenza dei cani poliziotto o mentre avvicinavano ragazzi per offrire loro della sostanza stupefacente.
Denunciato un calabrese di 26 anni per spaccio e un altro soggetto per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Importante è stato lo schieramento degli uomini della Polizia di Stato: all’interno e all’esterno del complesso fieristico, in divisa e in abiti civili, impegnati nelle attività di prevenzione e repressione, con compiti di polizia amministrativa e giudiziaria. Per la sola serata del 30 aprile sono stati oltre 80 gli uomini impegnati della Questura di Rimini. Sono stati inoltre impiegati le unità del Reparto mobile di Senigallia, il personale delle unità cinofile antidroga e antisabotaggio impiegato per effettuare bonifiche, sopralluoghi e ricognizioni.

A questi numeri vanno aggiunti i contingenti dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale.
Nessun incidente, ma massima attenzione e misure di sicurezza molto rigide con zone dedicate al prefiltraggio e al filtraggio, varchi presidiati da centinaia di steward sotto gli occhi vigili delle forze dell’ordine, controlli presso i parcheggi e nelle zone più“sensibili” per reati predatori o spaccio di sostanze stupefacente, controlli di borse e zaini, metal detector manuali e divieto di vendita di bevande in vetro.

Lucia Renati

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454