domenica 20 gennaio 2019
In foto: la presentazione
di Redazione   
lettura: 2 minuti
sab 7 apr 2018 17:31 ~ ultimo agg. 9 apr 18:01
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Oggi nei nuovi spazi della Casa Comune in Via Isotta degli Atti a Rimini è stato presentato il Rapporto sulle Povertà del 2017 a cura della Caritas diocesana. “40 anni con i poveri” il titolo, nell’anno del quarantennale della Caritas diocesana riminese.

 Nel 2017, confermando il trend degli ultimi anni (in comune con Mensa Opera Sant’Antonio e Capanna di Betlemme), sono calate le persone incontrate: nella sola caritas diocesana 1.747, nel 2004 erano state oltre 2.400. 5.200 in tutti i centri di ascolto rispetto ai 6.700 del 2016. Tra i motivi, anche il calo degli immigrati. Nel 2011 erano 5.295, nel 2017 sono 3.310.
In aumento gli italiani. Soprattutto uomini con età superiore ai 45 anni. Quanto alle nazionalità, resta forte ma in calo la presenza rumena. Aumentano i marocchini. Negli ultimi anni sia la Mensa che la Caritas registrano un’elevata diminuzione di ucraini. La percentuale dei tunisini è rimasta attorno al 5% sia per la Caritas che per la Mensa.

Icaro Tv. La Caritas presenta il rapporto sulle povertà 2017

La fascia più colpita è quella 35-64 anni. Calano le donne e crescono gli uomini, molti dei quali hanno perso il lavoro. La Mensa,  che nel 2004 aveva il 42,8% di donne, nel 2017 ha il 33%. La Caritas è passata dal 44,3% di presenze femminili del 2004  al 29% del 2017. La Capanna nel 2008 contava l’11,8% di donne, nel 2017 ne ha il 9,8%.  La percentuale femminile cresce invece tra i 18 ei 34 anni. Rispetto ai nuovi poveri, ce ne sono ancora molti che ritornano. Il 63% delle persone che si sono rivolte alle Caritas nel 2017, si erano già presentate in passato. E in media le persone tornano otto volte in un anno.

Oggi le Caritas parrocchiali sono 54 con 47 centri di ascolto. Un migliaio i volontari, 40 i dipendenti.

La Casa Comune di via Isotta, inaugurata oggi, ospiterà ragazzi richiedenti asilo, i servizi dedicati agli immigrati e i servizi educativi della Caritas diocesana, e darà la possibilità svolgere incontri e corsi di formazione ed eventi culturali per giovani e adulti . Il nome, ispirato a un’enciclica di Papa Francesco, è Laudato sii, grido dei poveri e grido della terra.

 

Icaro Tv. A Rimini inaugura la Casa Comune

Altre notizie
di Simona Mulazzani
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna