giovedì 17 gennaio 2019
In foto: il progetto
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto 2.337 visite
gio 26 apr 2018 16:29 ~ ultimo agg. 27 apr 15:25
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 2.337
Print Friendly, PDF & Email

Al bagno 28A di Rimini il primo progetto pilota del futuro parco del mare. E’ nella zona tra piazzale Kennedy e il Nettuno che si vedrà il primo assaggio della riqualificazione pensata per il lungomare riminese. Abbattuto per fare spazio al cantiere del PSBO il nuovo stabilimento segue le linee guida del piano dell’arenile, con un investimento importante, reso possibile grazie anche al risarcimento economico avuto da Hera per la mancata attività degli ultimi anni. Il progetto pilota è stato approvato dalla Giunta Comunale.”E’ un privato che ha voglia di investire, e questo è un bel segno – spiega Roberta Frisoni, assessore al demanio comune Rimini. E’ un progetto che prevede una forte riduzione dei volumi, oltre il 35%, con uso di bioedilizia, con aree wellness e benessere. Sarà anche uno stabilimento green sia nella produzione dell’energia ma anche nel riutilizzo dell’acqua piovana. E’ un primo assaggio di quello che sarà il parco del Mare. Il bagno sarà completato nel 2019 quando sarà anche finita piazzale Kennedy”.

Benché tanto sia il fermento attorno alle nuove possibilità legate al parco del mare ancora in zona sud non ci sono altri progetti in stadio avanzato. Diverso il discorso della zona nord, dove gli operatori con spiagge di proprietà, non vivono l’incertezza della Bolkenstein. Alcuni hanno chiesto al comune di riqualificare gli stabilimenti del primo miglio di Torre Pedrera con un progetto che dialoga con ala riqualificazione dell’area da parte dell’amministrazione grazie ai fondi del bando periferie

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna