martedì 15 ottobre 2019
menu
In foto: i sopralluoghi della Polizia (Adriapress)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto Visualizzazioni 1.238 visite
sab 21 apr 2018 11:07 ~ ultimo agg. 22 apr 16:48
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto Visualizzazioni 1.238
Print Friendly, PDF & Email

I due colpi che hanno ucciso il 27enne senegalese Makha Niang sarebbero stati sparati dai passeggeri di un Suv nero. Lo ha raccontato, riporta la stampa riminese, un testimone del delitto di via Coletti avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì. Prima dell’omicidio Niang aveva trascorso la serata con alcuni amici, tutti senegalesi. Alle 23,30 aveva lasciato il gruppo e si era allontanato a bordo della sua bici. Quella notte Niang, seduto sulla panchina sulla quale al mattino è stato trovato senza vita, era in attesa di una donna. Cinque le telefonate indirizzate al telefono della ragazza: quando lei lo ha poi richiamato lui era già morto. La donna, una frequentazione occasionale del giovane, è stata ascoltata dagli inquirenti. La data del rimpatrio della salma non è stata ancora stabilita.

Altre notizie
di Redazione
di Simona Mulazzani
Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO
di Simona Mulazzani   
di Andrea Polazzi   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna