giovedì 22 agosto 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
sab 21 apr 2018 13:43 ~ ultimo agg. 19:13
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Rimini, ha dato esecuzione di un provvedimento di aggravamento di misura cautelare emesso dal Tribunale di Rimini nei confronti di un 22enne. Il giovane, agli arresti domiciliari presso il campo nomadi di Via Islanda per reati contro il patrimonio, in più occasioni non era stato trovato fisicamente presente nella roulotte, luogo di esecuzione della misura cautelare, dai poliziotti durante i controlli di routine.

Il Giudice, vista l’assenza di una reale giustificazione delle assenze e considerato il concreto attuale e specifico pericolo di reiterazione criminosa, ha così applicato, in sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari, quella della custodia cautelare in carcere.  Una volta notificata l’ordinanza, l’uomo è stato condotto in carcere.

Sempre ieri sono state denunciate due persone di nazionalità tunisina per reati inerenti l’immigrazione clandestina e sequestrati 100gr di hascish all’interno di parchi e in zona Borgo Marina.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna