giovedì 17 ottobre 2019
menu
In foto: la conferenza stampa dei Carabinieri
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
ven 20 apr 2018 13:42 ~ ultimo agg. 21 apr 12:08
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Un 29enne marocchino è stato arrestato dai Carabinieri per un episodio avvenuto l’ottobre scorso a Montefiore Conca. Secondo quanto ricostruito, il giovane si era presentato a casa di una signora 84enne chiedendo di poter andare in bagno. La signora in buona fede gli ha aperto e lui ne ha approfittato per portare via oro, monili e contanti per un valore di tremila euro. Insieme a lui c’era anche una donna sulla quale sono in corso accertamenti.

La signora, resasi conto del furto, si è anche ricordata di avere visto il 29enne qualche giorno prima in casa del nipote, dove il marocchino svolgeva dei lavori. E a quel punto non ha fatto subito la cosa migliore: invece di rivolgersi subito ai Carabinieri lo ha contattato tramite il nipote. In un incontro a Rimini il 29enne ha però restituito solo poche cose di limitato valore. Allora la donna si è decisa a rivolgersi ai Carabinieri che, al termine delle indagini, hanno identificato e arrestato il 29enne che ora si trova ai Casetti.

Dall’inizio dell’anno sono già cinque le persone arrestate e dieci quelle denunciate per questo tipo di raggiri nei confronti degli anziani. Oltre all’attività repressiva, l’Arma è impegnata anche in quella preventiva con iniziative di informazione e sensibilizzazione rivolte agli anziani ma anche, tramite le scuole, alle nuove generazioni.

 

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna