22 June 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Sandra Sabattini è stata proclamata Venerabile

Sandra Sabattini sarà proclamata Venerabile

in foto: Sandra Sabattini

Sandra Sabattini è stata proclamata Venerabile da papa Francesco. La causa, dopo avere ottenuto il consenso dei Consultori Teologi, martedì scorso è stata esaminata dalla Commissione dei Vescovi e dei Cardinali ricevendo parere positivo. Venerabile è il titolo che la Chiesa concede a chi è riconosciuta l’eroicità delle virtù teologali e cardinali.

“Il 6 marzo 2018, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in udienza Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Angelo Amato, S.D.B., Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Durante l’Udienza, il Sommo Pontefice ha autorizzato la Congregazione a promulgare i Decreti riguardanti le virtù eroiche della Serva di Dio Alessandra (Sandra) Sabattini, Laica; nata il 19 agosto 1961 a Riccione (Italia) e morta a Bologna (Italia) il 2 maggio 1984”.

Nata a Riccione il 19 agosto 1961, Sandra ha respirato la fede fin da piccola e ancor più quando, insieme ai genitori ed al fratellino, va a vivere nella canonica dello zio prete, don Giuseppe Bonini, a Misano Adriatico, e di seguito a Rimini, nella parrocchia di San Girolamo. A 12 anni incontra don Benzi e la comunità “Papa Giovanni XXIII”; due anni dopo già partecipa ad un soggiorno per adolescenti sulle Dolomiti con disabili gravi, dal quale ritorna con le idee chiare: “Ci siamo spezzati le ossa, ma quella è gente che io non abbandonerò mai”. Si spende nel servizio per i disabili e per i tossicodipendenti, e va a cercare i poveri di casa in casa. Nel 1980, dopo il diploma di maturità scientifica a Rimini, si iscrive alla Facoltà di Medicina all’Università di Bologna. Uno dei suoi sogni è di essere medico missionario in Africa. Fidanzata con Guido Rossi dall’agosto 1979, anch’egli membro della Papa Giovanni; insieme vivono una relazione improntata ad un amore tenero e casto, alla luce della Parola di Dio. Dirà Sandra: “Oggi c’è un’inflazione di buoni cristiani, mentre il mondo ha bisogno di santi”. Il 29 aprile 1984, ad Igea Marina, mentre si reca ad un incontro della Papa Giovanni, viene investita da una macchina, entra in coma e muore il 2 maggio successivo. Don Oreste Benzi ha spinto da subito per l’apertura della Causa di Beatificazione, che si avvia nel 2006. Nel 2009, a 25 anni dalla morte, si pensa di traslare i suoi resti in chiesa, ma quando viene tolta la terra che copre la bara, di Sandra non si trova più nulla, neppure un osso. Il Vescovo di Rimini, mons. Francesco Lambiasi, ha commentato nell’occasione: “Il chicco di grano che ha il volto e il nome di Sandra è caduto talmente in terra da sciogliersi completamente, da farsi terra”.

Sul settimanale cattolico riminese ilPonte, in edicola giovedì 8 marzo, in occasione della Giornata della Donna, il vice postulatore diocesano per la causa di Sandra Sabattini, mons. Fausto Lanfranchi, racconta tutto l’iter della causa. “Ora l’associazione Papa Giovanni XXIII deve sempre proporre la testimonianza di Sandra, come via sicura alla santità”.

Il Vescovo di Rimini – che fin dall’inizio del suo ministero episcopale ha seguito il processo di Sandra e ne ha concluso l’iter diocesano nel 2008 – “esprime sentita gratitudine al Santo Padre e alla Congregazione delle Cause dei Santi per questo importante riconoscimento che promuove ulteriormente la causa di Sandra e ci fa pregare e sperare in una non lontana beatificazione.
La promulgazione del decreto avviene nell’anno di preparazione al prossimo Sinodo di ottobre sui giovani, e quindi ora possiamo affidare anche alla intercessione di Sandra il cammino di fede dei nostri giovani riminesi. È l’unica laica e la più giovane dell’elenco di nuovi venerabili promulgati da Papa Francesco”.

Il commento di Giovanni Paolo Ramonda, Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII: “Accogliamo con gioia la notizia del riconoscimento delle virtù eroiche di Sandra. Significativa in questo tempo di preparazione al prossimo Sinodo dei Giovani. Sandra ha fatto risplendere la virtù della condivisione con i poveri e della contemplazione. Una vera discepola di don Benzi”.

Le cause di beatificazione che riguardano la Diocesi di Rimini ancora in corso sono relative alla Venerabile Carla Ronci, alle Serve di Dio Angela Molari e Faustina Zavagli, ai Servi di Dio don Domenico Masi e don Oreste Benzi.

La notizia riconoscimento delle “virtù eroiche” di Sandra sul bollettino della Santa Sede.

Redazione Newsrimini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454