martedì 11 dicembre 2018
In foto: L'Amarcord Rugby Rimini San Marino 2017-2018
di Icaro Sport   
lettura: 1 minuto
mer 21 mar 2018 10:49 ~ ultimo agg. 18:19
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 47
Print Friendly, PDF & Email
Reading Time: 1 minute

Ancora una volta il Guastalla Rugby si è dimostrato un osso duro da battere per l’Amarcord Rugby Rimini San Marino, che domenica 18 marzo sul campo amico di Rivabella di Rimini è stato nuovamente fermato dagli emiliani con un perentorio 6 a 47.

Un match pressoché a senso unico, giocato in gran parte nella metà campo dei padroni di casa. Guastalla apre lo score con una meta all’ala, appena pochi minuti dal fischio d’inizio. Successivamente sempre gli emiliani metteranno a segno altre due marcature pesanti, frutto di drive in maul a seguito di altrettante rimesse laterali.

Solo nel secondo tempo gli italo-sammarinesi faranno capolino in maniera consistente nei 22 avversari, ma senza riuscire a finalizzare. Anche le due punizioni realizzate da Cagnolati per l’Unione, che su portano i 6 punti per i romagnoli, non riusciranno a galvanizzare la squadra che continuerà a subire gli attacchi del Guastalla per tutta la durata del match.

Prossimo appuntamento per l’Amarcord domenica 25 marzo a Modena contro il Modena Rugby 1965.

Formazione: De Stena, Cagnolati, Dlugaszek, Mini, Cellini, Deluigi, Filippi, Siboni, Lo Conte, Vargas, Buo, Di Bisceglie, Pretelli, Ugolini, Frisoni. A disposizione: Bernabè, Frisoni, Terenzi, Albarracin, Fiore. Allenatore Giovanni Borsani.

Notizie correlate
di Icaro Sport
di Simona Mulazzani