Mondosquash Riccione. Intervista al capitano Oliviero Ventrice

ventrice

in foto: Oliviero Ventrice

Trascinatore assoluto. Il capitano del Mondosquash Riccione Oliviero Ventrice è stato grande protagonista nella prima giornata dei campionati italiani a squadre. Complimenti ovviamente a tutti gli atleti scesi in campo, ma le qualità dello squashista classe ’95 hanno permesso alla formazione della Perla Verde di fare la differenza e vincere in rimonta le partite contro Sportitalia Milano e 2001 Team Padova (in totale tre successi su quattro il bottino).

“È stato un week-end positivo – le parole di Ventrice, siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo prefissato. Peccato per l’unica sconfitta contro Torino, loro però sono i favoriti al titolo quindi sapevamo che sarebbe stata più dura. A livello personale mi fa piacere aver aiutato i compagni, il ruolo di capitano non è un peso, anzi un aiuto per maturare. Il nostro potenziale con qualche possibile innesto è il terzo posto: sarebbe un ottimo risultato e faremo il massimo per raggiungerlo”.

“Olly” Ventrice, milanese di nascita, si è trasferito a Genova e da tre anni vive a Riccione, dove si allena e gioca per la Nazionale e Mondosquash Riccione.
“Il presidente del Mondosquash Alain Barnham mi ha aiutato molto e mi ha dato diversi suggerimenti appena arrivato in Romagna, ovviamente mi fa piacere giocare per questa società, è una bella e genuina realtà improntata sui giovani”.

Ventrice si è avvicinato allo squash dopo un inizio molto comune tra i ragazzi, ovvero il mondo del calcio.
“Fino a dodici anni giocavo a pallone, poi mi hanno fatto passare la voglia. Nei week-end andavo a vedere mio padre impegnato nello squash, così mi è venuta la voglia di provare, in un certo senso si può dire che mi è stato tramandato. Per quale motivo dovrei consigliare questo sport? E’ completo a differenza di molti altri, speriamo entri presto anche nelle Olimpiadi”.

Oltre ai risultati collezionati con la squadra, Ventrice in questi mesi a livello individuale ha trionfato ai “Città d’Italia” di Padova e Camaiore, superando sempre in finale l’amico e compagno di Nazionale azzurra Yuri Farneti, campione italiano in carica (gioca nel Torino Squash Zone) e spesso affrontato tra vittorie e sconfitte. “L’ambiente dello squash per certi versi è come una famiglia, Yuri è un ottimo giocatore, se dovessi fare un confronto, lui è molto più fisico e costante, mentre io mi ritengo più estroso ma pago maggiormente i cali di concentrazione. Se non ci fosse un avversario così, non potrei nemmeno migliorarmi continuamente”.

Ventrice attualmente è il numero 355 al mondo e 2 in Italia. Lo squash per la giovane promessa è proprio un mestiere e da giocatore professionista spera di scalare i ranking.
“Sono soddisfatto della mia stagione fino a questo momento, però mi piacerebbe giocare più tornei all’estero ma non è sempre così semplice, intanto mi sono iscritto per un torneo in Inghilterra”.

In Polonia a maggio si prospetta l’atteso debutto con la Nazionale “maggiore” dopo le esperienze con quella giovanile.
“L’anno scorso ho saltato l’atteso appuntamento per un infortunio alla schiena che mi ha tenuto a lungo fermo. Adesso ho recuperato e posso esprimermi al meglio delle mie possibilità. Vestire la maglia della nazionale è qualcosa di magico, non vedo l’ora di di esordire nei campionati europei in programma a maggio”.

Senza dimenticare gli assoluti individuali a giugno, dove potrebbe riproporsi l’ennesimo duello con Farneti. Questa volta però in palio ci sarà il tricolore.

Luca Filippi
Ufficio Comunicazione Mondosquash Riccione

Icaro Sport

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454