giovedì 27 giugno 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 23 mar 2018 09:45 ~ ultimo agg. 11:48
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Si svolgerà al teatro comunale Verdi di Saludecio sabato 24 marzo alle ore 15 Mafie in Emilia Romagna. Abbiamo anticorpi? Sicuri?, l’incontro organizzato da Passi di Legalità, l’associazione di promozione sociale che ha lo scopo di diffondere un sentimento di legalità sul territorio di Morciano e della Valconca. Poche notizie arrivano in Valconca da Reggio Emilia dove si celebra Aemilia il più grande processo di mafia al nord, con oltre 230 imputati per crimini mafiosi e collusione con uomini della ‘ndrangheta. Proprio per sopperire a questa lacuna Passi di legalità ha voluto con determinazione realizzare questo evento, insieme al coordinamento di Libera Rimini, ad Avviso Pubblico, al gruppo scout dell’Alta Valconca, con il contributo e il patrocinio dell’Unione Valconca e dell’Amministrazione di Saludecio.

Al dibattito pubblico, moderato da Gaia Trunfio di Libera Rimini, sarà presente il giornalista e blogger de “Il Fatto Quotidiano” Paolo Bonacini che, proprio partendo dal processo Aemilia, approfondirà le caratteristiche e la penetrazione delle mafie in Emilia Romagna. Alla sua voce si aggiungerà quella di Antonella Micele, vicesindaco di Casalecchio di Reno e coordinatrice regionale di Avviso Pubblico, la rete degli enti locali per la formazione civile contro le mafie, che forte anche della sua esperienza di amministratrice pubblica, tratterà delle buone pratiche in materia di trasparenza e contrasto al gioco d’azzardo.
“La nostra regione non ha avuto anticorpi sufficienti – dichiara Rosella Giannini, coordinatrice dell’iniziativa – la Valconca può sembrare un’isola felice, ma dobbiamo stare all’erta ed essere consapevoli per poter riconoscere i segni della penetrazione, anzi del radicamento della criminalità organizzata nelle nostre zone. Dobbiamo essere informati e saper distinguere per non confondere, come dice sempre Don Ciotti, fondatore di Libera contro le Mafie, a cui Passi di legalità aderisce”.

L’iniziativa si inserisce nel fitto calendario di eventi organizzato dalle associazioni e dai volontari del riminese iscritti a Libera in vista della “XXIII Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno per le vittime innocenti delle Mafie” che si è svolta il 21 marzo a Foggia e in tante altre città d’ Italia. Parma per l’Emilia Romagna.
Nel break del pomeriggio, dalle 16.30, verranno offerti assaggi di prodotti provenienti dai beni confiscati. I relatori dialogheranno con il pubblico.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna