giovedì 17 gennaio 2019
In foto: cibo Amico
di Redazione   
lettura: 1 minuto
ven 16 mar 2018 17:51 ~ ultimo agg. 19 mar 09:32
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Hera ha presentato i risultati del progetto Cibo Amico per il 2017. Aumenta il numero di eccedenze delle mense aziendali che vengono recuperate a favore di enti no profit. E anche a Rimini ci sono risultati significativi.

Sono stati oltre 12.570 i pasti recuperati nel 2017 da Cibo Amico, l’iniziativa del Gruppo Hera che si svolge attraverso una rete solidale e sostenibile sui territori locali. 2.100 pasti in più dell’anno precedente per un stimato di oltre 54mila euro. Avviato nel 2009 con il supporto di Last Minute Market – società spin off dell’Università di Bologna che promuove la lotta allo spreco e la sostenibilità ambientale – il progetto consente il recupero dei pasti preparati ma non consumati in cinque mense aziendali. Gli alimenti sono successivamente ridistribuiti attraverso enti no-profit locali a favore di persone in situazione di difficoltà.

CiboAmico è attualmente in funzione nelle mense aziendali Hera di Bologna, Granarolo dell’Emilia, Imola, Rimini e Ferrara.  A Rimini lo scorso anno sono stati recuperati 820 pasti per un valore di 4mila euro. A gestire le eccedenze alimentari è la Comunità Papa Giovanni XXIII, che dopo avere ritirato le eccedenze le distribuisce quotidianamente agli enti beneficiari: in particolare la Capanna di Betlemme, il centro di accoglienza per senza fissa dimora.

E, oltre al fondamentale valore sociale, ce n’è anche uno ambientale: dal suo inizio, CiboAmico ha permesso di evitare la produzione di 34,7 tonnellate di rifiuti, equivalenti a circa 76 cassonetti colmi.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Simona Mulazzani
VIDEO
Le iniziative per don benzi

Una strada per don Oreste

di Redazione
VIDEO
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna