mercoledì 16 gennaio 2019
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto
mer 21 mar 2018 10:38 ~ ultimo agg. 15:43
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Militari della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Rimini, in collaborazione con gli uomini della Guardia di Finanza hanno controllato l’attività di un’impresa edile di San Clemente e accertato che l’azienda concentrava, senza avere alcun permesso, rifiuti speciali anche pericolosi, proveniente da cantieri edili, in un’area di proprietà a Cattolica.

C’erano apparecchiature elettriche ed elettroniche, imballaggi di plastica e di metallo, stoccati senza autorizzazione e contravvenendo alle regole in materia di smaltimento.
La pavimentazione del sito era realizzata con i rifiuti inerti derivanti sempre dall’attività di costruzione e demolizione di edifici, senza però alcun titolo edilizio.

I finanzieri hanno sequestrato l’area di circa 9mila mq e oltre 280mila kg di rifiuti. Il legale rappresentante è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria, per attività di gestione di rifiuti non autorizzata ed interventi edilizi in assenza di permesso di costruire. Gli elementi raccolti saranno valutati anche ai fini di polizia economico finanziaria, con particolare riferimento ai minori costi sostenuti per il mancato rispetto degli adempimenti ambientali e per i connessi rilievi in materia fiscale, per quanto concerne il versamento del previsto tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna