domenica 15 settembre 2019
menu
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 1 mar 2018 13:47 ~ ultimo agg. 14:03
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Sarà disponibile per chi vive all’aperto anche il salone della Casa della Giovane di via Isotta a Rimini. Nella notte appena trascorsa è stato garantito un posto caldo ad oltre 30 persone che la Caritas diocesana sta accogliendo in questo periodo. “Tanta umanità, cordialità e affetto riempiono queste nottate così faticose per chi non ha nulla” scrive in una nota la Diocesi. “Il pasto caldo garantito, la presenza di operatori attivati per l’occasione con i quali confrontarsi e parlare, aiutano a creare un ambiente ospitale e confortevole che aiuta non poco chi è costretto a rivolgersi alla Caritas Diocesana”.


Il Vescovo di Rimini, mons. Francesco Lambiasi, preoccupato per le tante, troppe persone che vivono sulla strada ha seguito in prima persona, sin dalle prime ore, l’evolversi dell’accoglienza in questo periodo di emergenza freddo andando di persona alla Caritas di via Madonna della Scala ad accertarsi delle condizioni. Per lo stesso motivo, nei giorni scorsi, ha voluto far visita a Casa don Gallo per verificare che tutto funzionasse per il meglio e per riscontrare se ci fossero eventuali necessità per proseguire nel migliore dei modi l’accoglienza straordinaria di questi giorni.

Il nuovo spazio messo a disposizione dalla Diocesi nasce della preoccupazione per il protrarsi delle cattive condizioni metereologiche, e dalla consapevolezza i posti aggiuntivi creati per l’emergenza freddo sono tutti occupati. Il salone della Casa della Giovane è attrezzato per poter ospitare eventuali nuove persone che, in queste ultimi notti di freddo, dovessero trovarsi senza un luogo dove poter dormire.

Con questi nuovi, ulteriori posti, che saranno attivati al bisogno, – spiega il direttore della Caritas, Mario Galasso – siamo un po’ più sereni e convinti che nessuno sarà lasciato sulla strada”.
Il Vescovo Francesco Lambiasi: “Occorre che la Chiesa riminese faccia del suo meglio perché anche uno solo dei fratelli in difficoltà va sempre accolto e aiutato, soprattutto in questa situazione di emergenza per il maltempo”.

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna