sabato 19 gennaio 2019
In foto: Stefano Giannini e Tiziano Arlotti
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
gio 29 mar 2018 13:46 ~ ultimo agg. 13:50
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Coclusa direzione Pd sull'analisi del voto. Le considerazioni del segretario Giannini

I tanti interventi testimoniano la voglia del partito di ragionare e pensare a come uscire da questo momento difficile.” A dirlo ai microfoni della trasmissione di Icaro Tempo Reale è il segretario provinciale del PD Stefano Giannini a commento della direzione che ha visto una sessantina di esponenti del partito prendere la parola per una discussione proseguita (in due distinti momenti) per circa 8 ore (vedi notizia). “C’è stata una forte critica – dice Giannini – sulla conduzione del Pd in questi anni e sulla figura di Renzi. Questo era scontato. Mi lascia perplesso chi dice che bisogna guardare all’ampio campo della sinistra ma alla sinistra del Pd, guardando i dati del 4 marzo, non c’è molto.” “Una delle cose che mi ha colpito l’ha detta Gnassi quando ha spiegato che il Pd non ha saputo dare un’idea complessiva di quello che voleva fare, della propria mission.”

Da Giannini anche alcune considerazioni sul tanto discusso modello Rimini (“sfatiamolo”) e un’ammissione di colpa: “siamo stati troppo autoreferenziali e poco popolari. Ma non dobbiamo essere populisti.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna