giovedì 17 gennaio 2019
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
ven 23 mar 2018 19:10 ~ ultimo agg. 19:12
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Terza partita in sette giorni per il Rimini.com. Dopo aver affrontato fuori casa prima il Cavezzo e poi il Fossolo, si torna tra le mura amiche del Flaminio per affrontare l’Ass. Club. Probabilmente, mai come adesso in questa stagione, gli uomini di Germondari desideravano tornare a giocare sul proprio parquet. Il mal di trasferta vissuto durante tutto il campionato, ha raggiunto il proprio picco tra sabato e martedì, quando i biancorossi hanno visto molte speranze di raggiungere la salvezza – senza l’insidia dei playout – andare in fumo. La sconfitta che fa più male è sicuramente quella rimediata in terra bolognese contro il Fossolo, dove al duplice fischio si era andati negli spogliatoi per l’intervallo avanti per tre reti a zero. Detto questo, però, il Rimini.com dovrà archiviare sin da subito gli ultimi fallimenti, così come la fatica fisica e mentale, per concentrarsi sulla partita di domani e riprendere la corsa salvezza.

L’Ass. Club è una formazione totalmente alla portata dei romagnoli, e per far valere ciò il tecnico romagnolo indica la via da seguire: «Cercheremo di non pensare a martedì, a quel pessimo secondo tempo. Ormai è andata. Abbiamo fatto degli errori macroscopici ma non è questo il momento per rimuginare, ora conta soltanto fare punti».

Germondari ovviamente non si scorda delle difficoltà e nemmeno vuole nascondere la testa sotto la sabbia. Semplicemente non è questo il momento adatto per riflettere su una questione che il Rimini.com si porta dietro dall’inizio della stagione: «Quest’anno abbiamo questo andamento altalenante e anche io faccio fatica a trovare la ricetta adeguata per evitare tutto ciò. Abbiamo dei momenti in cui spegniamo la luce ed è davvero dura riaccenderla. Ci succede anche in casa, ma spesso siamo stati bravi a reagire. Fuori casa non ci riusciamo quasi mai».

Le parole chiave per la sfida di domani sono fiducia e cattiveria. Fiducia in sé, come nei compagni, e cattiveria intesa come fame agonistica, voglia di andarsi a conquistare qualcosa di complicato ma comunque ancora raggiungibile. Il tutto abbandonando le paure, come afferma lo stesso mister biancorosso: «Bisogna essere determinati e dobbiamo credere con abnegazione in questo obiettivo. È nelle nostre corde e possiamo farcela. Questa squadra può questo e molto altro. Non possiamo essere timorosi, ma leggeri. Dobbiamo scrollarci di dosso insicurezze e angosce, perché ci limiterebbero ulteriormente».

Ecco i convocati in vista del match: Canducci, Ciappini, Floris, Gasperoni, Gianni, Moretti, Muratori, Oe, Sabir, Takiguchi, Timpani, Vitali.

Michelangelo Bachetti
Addetto stampa Calcio a Cinque Rimini.com

Altre notizie
di Icaro Sport
FOTO
di Icaro Sport
Notizie correlate
Calcio D girone F

Sammaurese-Jesina 1-1

di Icaro Sport
Calcio D girone F

Isernia-Sammaurese 1-1

di Icaro Sport
Calcio Serie D girone F.

Sammaurese-Recanatese 2-2

di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna