Tiro con l’arco. Vozza-Rolando e Pagnoni-Tonioli vincono il 4° Italian Challenge Internazionale

arco

in foto: Marcella Tonioli (FITARCO)

Sfide spettacolari ed equilibrate hanno caratterizzato il 4° “Italian Challenge”, la gara internazionale mixed team di tiro con l’arco disputata nei padiglioni B5-D5 di RiminiFiera (linea di tiro da Guinness dei primati con ben 131 bersagli) e che ha fatto da preambolo ai 45esimi Campionati Italiani indoor, in programma sabato 24 e domenica 25 febbraio.

Nell’arco olimpico hanno conquistato l’oro e il premio da 3.000 euro gli azzurrini Antonio Vozza e Aiko Rolando, quest’ultima reduce dall’oro iridato a squadre Junior a Yankton, che si sono imposti per 5-4 alla freccia di spareggio (shoot-off) sul binomio composto da Federico Musolesi (Asd Castenaso) e Lucilla Boari. Proprio Vozza-Rolando avevano stoppato in semifinale (5-1) i due nazionali Massimiliano e Claudia Mandia (entrambi atleti delle Fiamme Azzurre). I fratelli salernitani, vincitori del Challenge dodici mesi fa, si sono parzialmente consolati con il bronzo prevalendo con un netto 6-0 sulla coppia ucraina composta da Sergii Makarevych e Solomiya Trapeznikova.

Nel compound si aggiudicano il primo premio di 3.000 euro e la medaglia d’oro Marcella Tonioli (Arcieri Montalcino), nata nel ferrarese e poi trapiantata in Toscana dopo il matrimonio, che in questo caso non ha potuto impiegare il suo arco (andato disperso per aeroporti nel viaggio di ritorno dagli States e arrivato solo nel pomeriggio odierno a Malpensa) e Federico Pagnoni, che al termine di un confronto equilibratissimo hanno piegato con il punteggio di 156-154 all’ultima volée i compagni di nazionale Viviana Spano (Marina Militare) e Michele Nencioni (Arcieri Montalcino), concedendo il bis dopo il trionfo del 2016 (l’anno scorso fu seconda piazza). Bronzo per Sara Ret ed Elia Frignan, che hanno superato nella finalina (156-155) Giampaolo Cancelli ed Elena Menegoli.

Nell’arco nudo salgono sul gradino più alto del podio, portandosi a casa il montepremi di 800 euro, Davide Montanino (Arcieri Campani) e Natalia Trunfio (Arcieri Vecchio Castello) superando per 6-2 nella finalissima Cristian Trolese (Arcieri del Sole) ed Elisa Passiatore (Arcieri di Volpiano). Sul terzo gradino del podio Ferruccio Berti e Stefania Coppo, binomio degli Arcieri di Volpiano.

Nel torneo secondario (su 15 frecce), al quale hanno preso parte chi non è rientrato negli scontri a eliminazione diretta (migliori 16 coppie) dopo la prova di qualifica, ha ottenuto il primo posto nel ricurvo Fabio Caoduro (Arcieri Treviso), seguito sul podio da Guido Cattaneo (Arcieri della Francesca) e dal “padrone di casa” Pasqualino Zani (Arcieri Rimini-Seven Arrows).

Nel compound affermazione di Andrea Muzzioli (Compagnia Arc e Bal Formigine), a precedere Domenico Del Castello (Polisportiva Pegasus) e Raffaele Gallo (Arcieri Fivizzano), secondi a pari merito.

Nell’arco nudo vince Ettore Luigi Sivieri (Arcieri del Sole), secondo posto per Carmine Mascolo (Sagitta Arcieri Pesaro) e terzo per Gionata Re (Medio Chienti).

In ambito femminile Rachele Lelli (Polizia) si è aggiudicata il torneo di ricurvo, davanti a Rita Ponziani (Arcieri di Assisi) e Benedetta Gianfelici (Arcieri Matelica).

Nella divisione compound successo di Laura Lavazza (Arcieri Monica), con tre atlete a condividere la piazza d’onore, vale a dire Elena Cianti (Compagnia degli Etrischi), Simona Mazzali (Arcieri del Forte) e Adele Palmieri (Medio Chienti).

Infine l’arco nudo è stato appannaggio di Cinzia Moderani (Ypsilon Arco Club), precedendo Antonietta Bovi (Arcieri Tre Torri) e Marta Vacchetti (Arcieri Langhe e Roero).

Ora tutte le attenzioni si concentrano sulle gare che assegneranno i titoli tricolori per un’edizione da record di iscritti: complessivamente 954 arcieri (nel dettaglio: 456 nella specialità arco olimpico o ricurvo, 249 nella divisione compound e 269 nell’arco nudo), con un incremento di 34 atleti rispetto al 2016, quando i Campionati Italiani indoor si disputarono sempre in riva all’Adriatico, e ben 120 adesioni in più rispetto allo scorso anno, quando l’appuntamento venne organizzato a Bari.

Naturalmente i protagonisti più attesi sono i nazionali azzurri arrivati nella città di Fellini direttamente dagli Stati Uniti, dopo aver preso parte a Yankton ai Mondiali indoor, dove l’Italia ancora una volta ha brillato: oro a squadre arco olimpico femminile Junior (Giaccheri, Andreoli e Rolando), argenti nel compound di Elisa Roner, Sergio Pagni e della squadra maschile formata da Alberto Simonelli, Sergio Pagni e Viviano Mior, e bronzo a squadre compound femminile Junior (Bazzichetto, Ret e Roner). Dunque occhi puntati in particolare nel ricurvo su Massimiliano Mandia (Fiamme Azzurre), Mauro Nespoli e David Pasqualucci, entrambi dell’Aeronautica Militare, o al femminile Claudia Mandia (Fiamme Azzurre), mentre in divisione compound sono attesi dopo la trasferta americana Sergio Pagni (Arcieri Città di Pescia), Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre), Viviano Mior (Kosmos Rovereto) e al femminile Marcella Tonioli (Arcieri Montalcino), Irene Franchini (Fiamme Azzurre) ed Eleonora Sarti (Fiamme Azzurre).

Sabato 24 la formula prevede le 60 frecce di qualifica che assegneranno i titoli italiani di classe delle divisioni arco nudo e compound al mattino, dalle ore 9.30 alle 12.30 circa, e poi il ranking round del ricurvo nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 18 circa. Intorno alle ore 13.30, prima del via alla gara degli olimpici, verrà presentato al popolo dell’arceria presente nei padiglioni della Fiera il nuovo Direttore Tecnico FITARCO, Mauro Berruto, ex ct della Nazionale azzurra di pallavolo maschile che qualche settimana fa ha accettato questa nuova sfida professionale, con un progetto finalizzato alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Domenica 25 sarà poi la giornata decisiva per l’assegnazione dei titoli italiani assoluti delle tre divisioni. Si parte dalle ore 9.30 con le eliminatorie (dai quarti di finale) a squadre fino all’assegnazione dei bronzi e, a seguire, le eliminatorie individuali dagli ottavi fino alle sfide per il terzo posto. Dalle ore 14.30 circa tutte le sfide per il titolo italiano a squadre e, dalle 16.30 circa, i match per i tricolori assoluti individuali.

COME SEGUIRE LE GARE – I Campionati Italiani Indoor di Rimini saranno trasmessi in diretta streaming da YouArco, canale ufficiale Youtube della Fitarco, mentre una sintesi della manifestazione verrà trasmessa da Rai Sport + HD.

I risultati in diretta potranno essere seguiti attraverso la piattaforma Ianseo.net, senza dimenticare che i momenti salienti e tutte le curiosità sulle sfide saranno postati anche sui social della Federazione: Facebook, Twitter e Instagram.

Icaro Sport

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454