giovedì 24 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
gio 8 feb 2018 16:47
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’iniziativa della Cooperativa Bagnini troverà sicuramente al suo fianco l’amministrazione comunale”. A dirlo è il sindaco Renata Tosi commentando il progetto degli operatori balneari riccionesi intenzionati a presentare la candidatura per fa sì che la spiaggia diventi Patrimonio UNESCO.

Una opportunità data dal fatto che la Convenzione UNESCO per la Salvaguardia del Patrimonio culturale intangibile ha introdotto la possibilità di conservare e trasmettere anche le tradizioni e le espressioni orali, le pratiche sociali, la conoscenza, la competenza delle comunità. Proprio in questi giorni la Cooperativa Bagnini ha avviato il progetto per ottenere il riconoscimento.

E’ nostra intenzione metterci subito al lavoro – afferma l’assessore al demanio Andrea Dionigi Palazzipredisponendo i primi passaggi formali necessari, a partire dalla costituzione di una commissione che vedrà al suo interno il Comune, la Cooperativa Bagnini e l’Università di Bologna, che individuerà le azioni da realizzare, gli strumenti e le modalità di coinvolgimento della comunità locale e dei nostri turisti. Desideriamo infatti che il progetto sia vissuto come proprio sia dai cittadini che dai “residenti temporanei”, che evidenzi il forte senso di appartenenza e dia vita ad un processo di identificazione con la partecipazione più ampia possibile”.

I nostri tratti identitari, le nostre peculiarità, riconosciute ovunque e inconfondibili costituiscono quel patrimonio immateriale che va tutelato, salvaguardato e valorizzato – aggiunge il sindaco Tosi – . Il tema forte è raccontare insieme cultura e natura e lo sguardo tutto riccionese tra poesia e contemporaneità, coniugando la nostra tradizione e storia con l’innovazione e il costante saper rinnovarsi e reinventarsi”.

 

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna