venerdì 18 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
mer 14 feb 2018 13:51 ~ ultimo agg. 13:52
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Non aveva alcun requisito minimo per l’esercizio dell’attività il residence di Viserbella ispezionato dagli agenti della Polizia municipale di Rimini, impegnati in una serie di controlli sulla sicurezza e lo stato delle strutture ricettive del territorio. Lo stabile non aveva nessuno dei servizi che le residenze turistico – alberghiere devono offrire per legge alla clientela e in mancanza dei quali vengono meno i requisiti minimi per l’esercizio dell’attività: dal cambio di lenzuola e biancheria ai materassi ignifughi, fino all’assenza dei servizi igienici comuni, che erano stati inglobati in un’unità abitativa realizzata abusivamente in una delle sale ad uso condiviso.

Durante i controlli sono emerse sia la realizzazione di opere edilizie abusive per aumentare la capacità ricettiva del residence sia irregolarità sotto il profilo della sicurezza dei clienti. Sul titolare, oltre alla multa di 12.000 euro complessivi, pende anche il rischio della chiusura della attività, qualora non provveda al ripristino dei requisiti necessari.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Andrea Polazzi
VIDEO
La Giunta adotta il nuovo piano urbano

Mobilità sostenibile, ecco come cambia la città

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna