lunedì 18 febbraio 2019
In foto: Il Ministro Galletti in visita al cantiere delle fogne
di Redazione   
lettura: 2 minuti 1.082 visite
mar 20 feb 2018 12:35 ~ ultimo agg. 21 feb 09:15
Print Friendly, PDF & Email
2 min 1.082
Print Friendly, PDF & Email

Questa mattina il ministro per l’Ambiente e la tutela del territorio e del mare, Gian Luca Galletti, ha visitato i cantieri del PSBO in Piazzale Kennedy a Rimini. Insieme a lui il sindaco Andrea Gnassi, i candidati del centrosinistra Tiziano Arlotti (Senato) e Sergio Pizzolante (Camera) e i vertici di Hera che hanno fatto il punto dei lavori che termineranno nel 2019. Si tratta del più importante cantiere idraulico in Italia e di uno dei primi anche a livello europeo per la salvaguardia della balneabilità. Un progetto da 156 milioni di euro. Il Ministro è arrivato a Rimini a sostegno dei candidati del centro sinistra Arlotti e Pizzolante. Il Piano di Salvaguardia della balneazione di Rimini è tra gli esempi virtuosi inseriti in uno dei primi report con specifici casi e approcci innovativi nell’ambito del programma d’azione globale per lo Sviluppo sostenibile definito dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel settembre 2015 e che persegue 17 obiettivi da conseguire in diversi ambiti. Il rapporto delle Nazioni Unite porta come esempio proprio il Psbo e l’ambizioso piano portato avanti da Hera e Comune di Rimini per il risanamento idrico e il superamento degli scarichi a mare. Questo progetto “il primo in Italia del suo genere, è di fondamentale importanza per la città di Rimini e per l’intera provincia – si legge nel documento – dove l’attuale sistema è insufficiente a gestire tutte le acque reflue prodotte. Il piano sta avanzando, con cinque interventi chiusi e quattro in corso”.

L’intervista a Massimo Vienna , responsabile PSBO direzione ingegneria Heratech:

 


Il Ministro Gian Luca Galletti è stato poi a Cerasolo Ausa, in visita a Ecoarea better living: il collettore di start up e imprese legate allo sviluppo dell’economia verde costruito interamente in bioedilizia.
Guidato dallo staff di Ecoarea, Galletti si è intrattenuto con i numerosi imprenditori che “vivono” e utilizzano questo “smart building” come cassa di risonanza per promuovere i propri prodotti e servizi green. “Magari la avessimo a Bologna! (ndr, sua città natale) – ha chiosato Galletti indirizzando i suoi complimenti all’ideatore dell’edificio Romano Ugolini – Un posto perfetto per organizzare convegni! Una risorsa di grande valore ambientale e produttivo: sede di un modo positivo di lavorare attorno ai temi energetici e della sostenibilità.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna