martedì 22 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
mar 13 feb 2018 15:16 ~ ultimo agg. 14 feb 13:52
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La Sezione reati contro la persona della Squadra Mobile di Rimini ha dato esecuzione, questa mattina, all’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un cittadino del Bangladesh di 31 anni, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate. L’ordinanza è stata emessa dal GIP Benedetta Vitolo del Tribunale di Rimini su richiesta del Sostituto Procuratore Davide Ercolani.

Nel corso delle indagini, svolte nel dicembre scorso, i poliziotti hanno accertato che l’uomo aveva più volte nel tempo maltrattato la moglie, picchiandola e umiliandola in diverse occasioni anche alla presenza del figlio minorenne della coppia. Al culmine di una lite, la moglie è stata anche colpita con un piatto sulla testa con lesioni curate in ospedale.

I motivi ricorrenti delle liti si fondavano sul fatto che la donna aveva manifestato la sua ferma volontà di iscriversi all’Università di Bologna e di volersi integrare con la cultura occidentale: il marito ha osteggiato la decisione, manifestando la sua avversione con aggressioni fisiche e verbali avvenute nel tempo anche in presenza del figlio minorenne.

La donna, anche lei bengalese, stanca dei comportamenti violenti dell’uomo, oltre a denunciare i fatti alla Polizia si è rivolta a un’associazione che si occupa di assistenza alle vittime di violenza, intervento grazie al quale veniva collocata in una struttura protetta insieme a suo figlio.  Le intemperanze del 31enne sono continuate nei confronti dei suoceri, rimasti nel frattempo in casa insieme a lui. L’arrestato è stato condotto alla locale Casa Circondariale.

Altre notizie
Notizie correlate
di Icaro Sport
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna