martedì 22 gennaio 2019
In foto: la locandina
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto
mar 20 feb 2018 08:56 ~ ultimo agg. 23 feb 10:51
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Circa 250 persone ieri sera, lunedì 19, al super cinema di Santarcangelo hanno partecipato all’incontro Le parole della chiesa su migranti e rifugiati, promosso dalla parrocchia di San Michele Arcangelo che da tempo lavora su questo tema. Ospite l’arcivescovo di Ferrara-Comacchio Perego, a lungo direttore di Migrantes.

Accogliere, proteggere, promuovere, integrare. Sono state le parole del messaggio di papa Francesco per la giornata dei migranti a guidare l’incontro organizzato dalla parrocchia di Santarcangelo nel teatro SuperCinema. Una serata aperta alla cittadinanza per riflettere sul tema migrazioni con Monsignor Giancarlo Perego, arcivescovo di Ferrara Comacchio con una lunga esperienza nella pastorale dei migranti. Perego ha parlato di una politica miope, incapace di costruire un piano di accoglienza degno di questo nome, ha dato numeri, indicato percorsi di integrazione possibile e ha ricordato come la chiesa da oltre cent’anni, 103 anni che i papi scrivono messaggi per i migranti, invochi dignità per chi fugge. La prima volta, alla vigilia della prima guerra mondiale, le comunità parrocchiali, le famiglie si aprirono all’accoglienza di migliaia di profughi che fuggivano e cercavano rifugio.

L’incontro, promosso dalla parrocchia San Michele Arcangelo, si è svolto in collaborazione con la Migrantes della Diocesi di Rimini e con il patrocinio del Comune, ed è inserito in un percorso di discernimento comunitario che il consiglio pastorale della parrocchia di Santarcangelo sta compiendo da circa due anni “perché prima di ogni giudizio politico (peraltro doveroso), per noi credenti è necessario porsi in ascolto del Vangelo e del magistero della Chiesa“.
Notizie correlate
di Silvia Sanchini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna