martedì 16 luglio 2019
menu
di Cristina Gambini   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
gio 1 feb 2018 13:03 ~ ultimo agg. 28 gen 12:20
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Giuseppina è stata sempre nella sua casa, a Santa Maria del Piano, durante il passaggio della Linea Gotica.

Nella sua abitazione si era insediato un presidio tedesco e proprio da questa convivenza forzata è nato il legame con il comandante. Fu proprio questo giovane tedesco, che si sentiva parte della famiglia,  a salvare la vita dei cugini di lei.

La Linea Gotica ha portato morte, distruzione e bombardamenti: Giuseppina narra della popolazione nascosta nelle grotte, intenta a pregare, attanagliata dalla paura. Questa intervista si contraddistingue, in particolare, per un ricordo doloroso e drammatico quando le torna alla mente l’immagine di un padre che, nel cuore della notte,  fugge a piedi portando in spalla il corpo del figlio morto.

 

Guarda l’intervista:

Giuseppina Costa (Santa Maria del Piano, comune di Montescudo-Monte Colombo)

 

Guarda il promo del progetto:

 

Gli eventi bellici della Seconda Guerra Mondiale connessi alla Linea Gotica Orientale hanno segnato profondamente la storia del territorio della Valconca. Oggi questa memoria viene raccolta e trasmessa alle giovani generazioni grazie al web.

Su www.memorielineagotica.it potrete conoscere i protagonisti del progetto “Memorie dalla linea gotica orientale”, promosso dai Comuni di Montescudo–Monte Colombo, Gemmano, Montegridolfo e San Clemente, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna.

Sono 16 storie raccontate da 16 testimoni, bambini o poco più, nella fatidica estate del 1944, durante gli ultimi giorni di battaglia prima della ritirata tedesca, che verranno pubblicate in questo spazio e sul sito sopra menzionato per le prossime sei settimane.

 

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna