18 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Giulio Lolli accusato di traffico d’armi dalla procura di Tripoli

CronacaRimini

21 febbraio 2018, 10:54

Arresto Lolli probabilmente non legato a inchieste italiane

in foto: dal profilo FB di Lolli

E’ “traffico di armi” l’accusa che la procura generale di Tripoli ha formulato nei confronti di Giulio Lolli, arrestato in Libia a fine ottobre quando è stato prelevato dalle forze speciali di deterrenza “Rada” e da allora detenuto in carcere. Lo riporta l’Ansa. La conferma dell’accusa mossa al bolognese arriva dalla procura generale di Tripoli, che tramite l’ambasciata italiana è in continuo contatto con la procura di Rimini e il sostituto procuratore Davide Ercolani. Proprio Ercolani aveva chiesto la cattura internazionale di Lolli e la sua estradizione in Italia al termine dell’indagine sul crac milionario di Rimini Yacht.
Al momento dell’arresto dell’ottobre scorso, quando è stato prelevato dai militari libici mentre era a casa con la giovane moglie, Lolli lavorava su una motovedetta dell’unità marittima speciale con la scritta “Police”, a capo di un gruppo di 11 persone, per fermare il transito dei migranti verso l’Europa.

Redazione Newsrimini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454