mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Lo striscione esposto mercoledì in Curva al Flaminio
di Icaro Sport   
lettura: 1 minuto
sab 10 feb 2018 14:35 ~ ultimo agg. 14:42
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Cari amici, qual è stato il più grande presidente della Rimini sportiva negli ultimi 30 anni? Beh, a parte il “Pres” Zangheri, che merita certamente un discorso a parte per la longevità e per le vittorie nel baseball, direi Vincenzo Bellavista.

E secondo voi il suddetto Vincenzo Bellavista, prima degli osanna, non ha ricevuto critiche e contestazioni? In tanti si ricorderanno dello striscione “Società vergogna” che è sopravvissuto anche a vittorie e trionfi, ma dal passato riemergono più dettagli. Un grazie alla scienza dei ricordi propria di un solo uomo, senza il quale non sarei certo riuscito a ricordare tutti questi particolari: Cristiano.

1) Stagione ’96-’97 (Florimbi e Russo). Lo striscione “Società vergogna” è esposto durante Rimini-Pisa del 15 gennaio 1997. La stagione si concluderà con la salvezza diretta.
2) Febbraio ’99. Contestazione a squadra e società dopo lo 0-0 di Sassuolo
3) Ottobre 2000. Dura contestazione dopo la sconfitta a Russi.
4) 24 febbraio 2002. Macchine dei giocatori danneggiate al ritorno dal posticipo serale di San Marino
5) Ottobre 2003. Altra dura contestazione dopo la partita di Imola, un recupero di mercoledì sera.

Poi Acori vince a Firenze…
E Bellavista? Ha più volte sbottato con un “Mollo tutto”. Per fortuna non l’ha fatto…

BASKET. Vado di statistica quando dico che una contestazione a Luciano Capicchioni, dopo quasi 7 anni in cui navighiamo in B (che è stata la quarta serie italiana per parecchio e adesso è sostanzialmente la terza e mezzo), è inevitabile. Pronto, prontissimo a entrare nel merito lunedì in trasmissione, con limpidezza e senza nessuna preclusione a qualsiasi opinione.

Loriano Zannoni

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna