sabato 19 ottobre 2019
menu
Icaro Sport

Cattolica Calcio. Michael Parma: "Adesso mi sento bene. La società mi è stata molto vicina"

In foto: Michael Parma in azione contro il Gatteo
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 23 feb 2018 10:08 ~ ultimo agg. 18:55
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

È tornato dopo l’infortunio al ginocchio patito a fine settembre e nelle ultime gare ha trovato anche una maglia da titolare. Michael Parma sarà una preziosa freccia in più all’arco di mister Giorgi nella volata finale per cercare di vincere il campionato di Promozione.

“Adesso mi sento bene, sto riprendendo piano piano e va sempre meglio – attacca il difensore giallorosso classe ’98 -. Durante la prima partita avevo un po’ di incertezze, un po’ di paure, ma dalla scorsa gara (contro il Gatteo, ndr) sono stato molto più deciso”.

Michael ripercorre gli ultimi, difficili, mesi.
“Il 28 settembre, durante la partita con il Tropical Coriano, ho riportato una lussazione rotulea al ginocchio. Un infortunio che avevo già subito quando avevo tredici anni e giocavo nelle giovanili del Rimini. All’inizio ho temuto che questo mi influenzasse mentalmente in modo negativo. Questa volta però, grazie al lavoro con il fisioterapista Luca Fusini, sono riuscito a superare le mie paure. I mesi più duri sono stati i primi due, quando non potevo fare nessun tipo di movimento e di attività, neanche una corsetta. Verso metà novembre, quando ho ricominciato a fare palestra e nuoto, ho iniziato a vedere “in grande”. Sono poi tornato a lavorare con il gruppo le prime settimane di gennaio, e ho iniziato subito a giocare con la Juniores per ritrovare la giusta condizione”.

Dopo l’esperienza nelle giovanili biancorosse, Parma ha vestito le maglie di Rivazzurra e Real Miramare per poi approdare, la scorsa estate, al Cattolica.
“Dopo l’infortunio al ginocchio ero uscito dal mondo delle giovanili del Rimini, ma non ho abbandonato il calcio. Sono ripartito dal Rivazzurra, dove giocavo con ragazzi più grandi di me. Dopo il fallimento del Rivazzurra ho fatto un anno di Juniores al Real Miramare, quell’anno vincemmo il campionato, la stagione successiva ho giocato in Promozione con il Real Miramare, poi in Prima Categoria, dopo la retrocessione, sempre con il Real. Infine, la scorsa estate, l’arrivo in una piazza importante come Cattolica”.

Come si sente adesso?
“Adesso come adesso posso dire che il problema è superato perché non ho più paure né problemi, cose che fino a un mesetto fa persistevano”.

Dirigenza e squadra del Cattolica sono stati vicini a Michael Parma in questo periodo delicato.
“La società mi è stata molto vicina, mi hanno sempre aiutato e supportato in tutte le visite e durante tutta la riabilitazione. I compagni al rientro in prima squadra mi accolto molto bene, mi sono sembrati davvero felici per me”.

Il difensore in realtà è stato sempre vicino alla squadra. “Ho sempre seguito le partite dei miei compagni dal momento in cui mi sono fatto male. Ho saltato solo due trasferte”.

Che idea si è fatto del Cattolica vedendolo dalla tribuna e ora finalmente nuovamente dal campo di gioco? “Ci sono stati miglioramenti. A inizio stagione abbiamo avuto qualche difficoltà anche perché c’erano molti ragazzi nuovi e c’era quindi ancora poco feeling. Da quando è arrivato mister Giorgi siamo riusciti ad unirci più che mai, e i risultati ne sono la conferma”.

Il calendario aveva proposto al Cattolica la trasferta sul campo del Futball Cava, superato 2-0 all’andata, ma il CRER ha stoppato, tra gli altri, il campionato di Promozione per il perdurare del maltempo.
“Non li ho visti giocare, ma da come ne parlano è una squadra ben organizzata, con elementi forti. Quindi quando recupereremo il match bisognerà stare attenti e concentrati”.

Intanto, bentornato Michael!

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna