venerdì 18 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
lun 19 feb 2018 10:43 ~ ultimo agg. 23 feb 10:45
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Da una delle pagine più nere della storia del terrorismo italiano a una straordinaria storia di perdono è stata raccontata ieri, domenica 18 febbraio, mattina alla sede della comunità Papa Giovanni XXIII a santa Aquilina. L’incontro è stato promosso dall’Università del Perdono della comunità fondata da don Oreste Benzi.

La figlia di Aldo Moro e uno dei brigatisti coinvolti nel sequestro che si conclude con l’assassinio dell’ex presidente della DC insieme per una testimonianza di perdono, dato e accolto. L’incontro che non solo supera il male e l’errore ma, come recitava il titolo dell’appuntamento, genera vita.

L’attività di condivisione con i carcerati per la Papa Giovanni costringe ad affrontare il mistero del male ma è anche la strada per costruire il bene. E una tappa importante per rilanciare la proposta dell’Università del Perdono

Altre notizie
di Redazione
Mostra sulle ludopatie

Fate il vostro gioco

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
Rimini Rimini Social

Torna presepi dal mondo

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna