Indietro
domenica 29 novembre 2020
menu
Icaro Sport

I Titans domani in casa del Pontevecchio

In foto: I Titans 2017-'18
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 25 nov 2017 18:07 ~ ultimo agg. 18:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

I cerotti sono addirittura di più e l’infermeria, anziché svuotarsi, si riempie. Non sono Titans proprio fortunati quelli che viaggiano domani verso Bologna per la sfida al Pontevecchio (ore 18). Una gara che andrà presa comunque col massimo dell’energia e della determinazione perché, chiaramente, San Marino vuole dare seguito alla bella vittoria casalinga di una settimana fa con l’LG Competition di Castelnovo.

“In settimana – dichiara coach Franco FoschiJacopo Aglio ha avuto un piccolo incidente e ha subito una botta alla gamba. Sarà con noi della spedizione ma non so quanto potrà darci una mano in campo. Anche Calegari non è al meglio. Al di là di tutto, non ci fasciamo la testa e in casa di Pontevecchio vogliamo vincere. Vogliamo questi due punti”.

I bolognesi fanno parte della stessa fascia di classifica della Pallacanestro Titano. Quattro punti per San Marino, sei per Pontevecchio, con la bellezza di sette squadre in questa forbice di due punti nella parte bassa della graduatoria.
“Il campionato è chiaramente spaccato in due – prosegue il coach –. Le prime sei sono di un’altra dimensione, quelle dopo sono vicinissime. Siamo tutte racchiuse lì, in due punti”.

Con l’LG Competition si sono visti dei Titans reattivi.
“Buona partita da parte nostra quella di domenica scorsa. Siamo una squadra rognosa. Magari abbiamo qualcosa in meno delle altre a livello balistico, ma con una difesa accorta e tattica possiamo mettere in difficoltà chiunque. Resta il fatto che in ogni momento, in ogni partita, non possiamo permetterci cali di tensione da parte di nessuno”.

Qual è il suo giudizio su Pontevecchio?
“Buona squadra, migliorata rispetto a un anno fa. Ha buoni giocatori come Di Rauso, un numero 5 grosso e potente. Poi il numero 4, Bergami, il play Gianninoni, la guardia De Gregori e il tiratore Buriani. Insomma, una serie di ottimi elementi che a turno hanno la capacità di ergersi protagonisti della partita. Non dimentichiamo poi un certo Bonaiuti, che è stato assente per infortunio e che potrebbe rientrare”.

Loriano Zannoni