Indietro
giovedì 3 dicembre 2020
menu
Icaro Sport

Dulca Santarcangelo. Yuri Ramilli commenta la vittoria sul campo dell'Olimpia Castello

In foto: La foto postata su Facebook da coach Bernardi che lo ritrae con Ramilli
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 14 nov 2017 15:55 ~ ultimo agg. 15:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un fulmine a ciel sereno. Ma è il fulmine più bello e celestiale possibile. Yuri Ramilli con una prestazione celestiale ha devastato le difese di Olimpia Castello dando una mano ai suoi per portare a casa la partita 54-79.

Siamo andati a incontrarlo. Vediamo cosa ci ha detto.

Yuri, partiamo dalla prestazione di squadra. Avete dato 25 punti alla prima in classifica ancora imbattuta.
“Esattamente. Abbiamo fatto una grande partita frutto dell’ottimo lavoro fatto in settimana. Volevamo reagire dopo la sconfitta in casa contro CVD e abbiamo dato prova di poterci rialzare. Abbiamo lavorato tanto in settimana grazie al nostro Coach che ci ha spronato al massimo in ogni allenamento. Abbiamo giocato molto bene in difesa non facendo correre in transizione veloce gli avversari e abbiamo prodotto quello che sappiamo in attacco. Siamo molto contenti.”

Si aspettava una reazione così importante dopo una brutta sconfitta in casa?
“Mi aspettavo una reazione anche perché ci tenevamo molto a fare bene e a dimostrare a Massimo e ai tifosi che noi c’eravamo. Forse non mi aspettavo di poter dare 25 punti a Olimpia Castello che fino a quel momento non aveva ancora perso. Però sapevamo che potevamo fare risultato perché siamo una grande squadra”.

L’Olimpia Castello ha scritto in un articolo che è più demerito loro di aver perso che merito di Santarcangelo. Come si sente di commentare questa frase?
“Non l’avevo ancora letta questa notizia. Ma se così è stato scritto evidentemente non si sono resi conto che Santarcangelo è una delle migliori strutture e complessi societari in C Silver, ha uno degli allenatori più bravi in circolazione, il cui curriculum parla da sé e viverlo ogni giorno in allenamento è fantastico, lo staff è preparatissimo e i giocatori sono forti. Premesso questo, guardando la partita credo che se abbiamo vinto è per merito nostro. Loro non avranno fatto la miglior partita della stagione, ma penso che i due punti ce li siamo costruiti durante la settimana e durante i 40 minuti e abbiamo meritato.”

Passiamo alla sua di prestazione: 28 punti, 11 rimbalzi e tanta intensità.
“Sì, sono contento soprattutto perché ho aiutato la squadra a raggiungere la vittoria. Diciamo che prima di questa partita volevo dimostrare al Coach, ai tifosi e a me stesso chi è il vero Yuri Ramilli, perché ancora non avevo dato prova di quello che posso fare. In questa partita ho sentito tanta fiducia da parte di Massimo e ho cercato di ripagarlo al meglio. Voglio continuare così e voglio sempre ad ogni partita far vedere a tutti chi è Yuri, chi è il numero 14.”

Tra l’altro Massimo Bernardi sulla sua pagina social ha postato una foto di complimenti dove ci siete lei e lui per proseguire il cammino in questa direzione…
“L’ho visto la mattina seguente alla partita e la prima cosa che ho fatto è stato chiamare mia mamma per la gioia. Per me Massimo è importantissimo, è un grandissimo allenatore che spesso usa toni forti in allenamento, ma che ti servono poi in partita per raggiungere risultati come quelli di sabato a Castel San Pietro. Voglio continuare così come dice lui su questa strada.”

Ora pronti a ripartire, sabato in casa contro Cavriago.
“Sì, abbiamo fatto ieri il primo allenamento e siamo ripartiti in preparazione della partita. Sarà una partita molto difficile, come questo campionato ci insegna con tutte le squadre, ma vogliamo far bene per noi stessi, per tutto lo staff tecnico e fisico e per il pubblico che ci segue ovunque. Ci tengo a ringraziare una volta di più tutti i tifosi che ci seguono sempre perché ci danno quella carica in più per raggiungere risultati positivi!”

Uno degli esempi che incarnano i valori Santarcangelo. Il lavoro, la passione e la voglia di migliorare sono ingredienti che Yuri conosce bene e vuole mettere in campo ogni giorno. Seguendo i dictat di Massimo Bernardi e volendo esprimere al meglio le proprie capacità. Conosciamo Yuri e sappiamo bene che quella di sabato non è un exploit venuto dal nulla, ma frutto di tanto lavoro in settimana e pronto ad essere replicato anche in altre partite.
Magari già dalla prima in arrivo. Sabato ore 21 al PalaSGR arriva Cavriago.

Cristian Tartaglia