Indietro
domenica 29 novembre 2020
menu
Icaro Sport

Dulca Santarcangelo-Basket Cavriago 81-74

In foto: Gli Angels (foto Alfio Sgroi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 19 nov 2017 12:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

DULCA SANTARCANGELO-BASKET CAVRIAGO 81-74

IL TABELLINO
DULCA SANTARCANGELO: Fornaciari 16, Bianchi, Cunico 16, Fusco, Canini, Giuliani 5, Dini 16, Raffaelli 12, Insero ne, Ramilli 14, Guziur ne, Saponi 2. All. Bernardi.

SCUOLA BASKET CAVRIAGO: Zecchetti 4, Mazza 14, Fantini, D’Amore 21, Baroni 9, Pezzi 9, Lorenzani, Franzoni 2, Bernardoni 3, Cantagalli ne, Vecchi 7, Pedrazzi 5. All. Martinelli.

PARZIALI: 19-14, 46-34, 65-56.

ARBITRI: D’ercoli, Volgarino.

CRONACA E COMMENTO
Testa, cuore e attributi. Tre delle tante peculiarità che i Dulca hanno messo ieri in campo per portare a casa i due punti. Non facili perché Cavriago ci ha creduto fino alla fine e perché i ragazzi di coach Bernardi non l’hanno chiusa probabilmente prima. Ma l’importante erano i due punti. Santarcangelo vince 81-74 continuando a scoprire i miglioramenti dei giocatori, ieri Fornaciari su tutti.

La partita. Primo quarto ed è subito pressing Cavriago che alza i ritmi di gioco andando in transizione offensiva più velocemente degli Angels e piazza subito un parziale di 7-4 Pezzi sugli scudi. I Dulca però pian piano prendono fiducia e Raffaelli in versione “non mi tiene nessuno” riporta avanti i suoi per un finale di primo quarto sul 19-14 Dulca.

Secondo parziale all’avvio con Santarcangelo a pressare a tutto campo, a recuperare tanti palloni e ad infuocare le volate di Fornaciari che non appena il pallone viene o strappato dalle mani di Cavriago o strappato dalle fauci del ferro è sempre e costantemente già sotto il canestro avversario per appoggiare i due punti. Prestazione clamorosa quella di Ricky che oltre a prendere il volo in contropiede, inventa canestri in arresto e tiro che portano in alto i Dulca. Alla festa si aggiunge uno straordinario Christpher Dini, completamente incontenibile sul primo passo. Il secondo quarto va in archivio sul 46-34 Dulca.

L’uscita dagli spogliatoi sembra andare nella direzione del secondo parziale. I primi cinque minuti gli Angels dominano e si portano fino al +13 con Ramilli e uno splendido Cunico a comandare le operazioni, ma un sussulto di Cavriago con le triple di Mazza e D’Amore, riporta sotto la doppia cifra di svantaggio gli ospiti, sul finale di quarto di 65-56 Dulca.

Ultimo quarto che viaggia sulle ali dell’equilibrio. Santarcangelo gestisce il vantaggio sui 10 punti per tutto il quarto con un ottimo Dini e un Cunico glaciale dalla lunetta, che sfrutta i tanti falli fischiati agli ospiti. Ma gli ultimi due minuti sono un incubo per Santarcangelo. In attacco non si trova più la fluidità precedente, in difesa si subisce troppo a rimbalzo vista la differenza di centimetri e chili sotto canestro e D’Amore continua a sparare da fuori o dalla media come se non ci fosse un domani. In un amen Cavriago si porta a -4 con la palla in mano. Possesso sporcato dalle fauci di Dini e recuperato da Cunico, i quali entrambi chiuderanno con 4 rubate alla fine. Liberi decisivi nelle mani di Giuliani dopo un antisportivo e un tecnico ai suoi danni. 3/3 di un’importanza capitale, Iceman Marchino.

Finisce così una partita stilisticamente diversa rispetto a quella di Olimpia Castello ma con il medesimo risultato per la classifica. Finisce 84-71 per i Dulca che portano a casa i due punti e che vorranno continuare la striscia positiva sul campo di Rebasket.

La concentrazione di Marchino, l’esperienza di Cunico, La velocità e la follia di Fornaciari, il talento e l’atipicità di Dini, la voglia di Ramilli, la costanza di Raffaelli. Questi oggi li si possono nominare co-MVP. Tutti quanti insieme a tutta la squadra. Sì perché è il lavoro di squadra che porta ogni giorno al miglioramento del gioco e al miglioramento del singolo. Ci sono partite dove qualcuno gioca meglio e qualcuno meno, ma si vola tutti insieme. Tutti sono importanti e tutti sono fondamentale. Per provare a costruire qualcosa di magico, che possa far crescere in loro la mentalità, la passione e la tecnica. E che possa far crescere il movimento cestistico a Santarcangelo e nell’Italia intera. E in questo Massimo e i suoi hanno qualcosa di speciale…

Cristian Tartaglia
Addetto stampa Angels Santarcangelo