Indietro
menu
Cronaca Rimini: notizie e Cronaca di Rimini e provincia Rimini

16 anni a Butungu per gli stupri di Miramare. La lettura della sentenza

In foto: Guerlin Butungu in tribunale
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 10 nov 2017 18:50 ~ ultimo agg. 11 nov 13:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 1.481
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

[kaltura-widget uiconfid=”30012024″ entryid=”0_sf4dl7y2″ width=”400″ height=”220″ /]

16 anni di reclusione per Guerlin Butungu, il 20enne congolese che il 26 agosto scorso, insieme ad altri tre complici minorenni, stuprò una donna polacca e una trans peruviana a Miramare. In quella terribile notte anche l’amico connazionale della polacca fu brutalmente picchiato sulla spiaggia dello stabilimenti 130.
La sentenza è arrivata dopo due ore di camera di consiglio in tribunale a Rimini, dove l’udienza si era aperta alle 9.30 di stamattina.
Butungu, ascoltata la sentenza, è stato ammanettato e portato via dalla polizia penitenziaria. Il collegio del Tribunale di Rimini ha disposto anche l’espulsione dall’Italia del congolese al termine della pena e accolto le richieste delle parti civili al risarcimento alle vittime.

Sedici anni di reclusione, più di quanto chiesto dalla Procura della Repubblica, la condanna con rito abbreviato per l’unico maggiorenne del branco, Guerlin Butungu, il 20enne congolese accusato di aver stuprato, rapinato e picchiato sulla spiaggia di Miramare, la notte del 26 agosto scorso una coppia di polacchi e una trans peruviana.

Quattordici anni e mezzo era stata la pena chiesta dalla Procura di Rimini, in rito abbreviato. La Procura ha formulato la sua richiesta di pena che prevede la continuazione per tutti i reati commessi dal congolese la notte del 26 agosto più la rapina e la violenza del 12 agosto, che per il Pm va tenuto separato nel computo della pena. Accolta anche la richiesta accessoria, a pena scontata: l’espulsione dall’Italia. Dopo la requisitoria in mattinata, nel pomeriggio erano intervenute le parti civili e poi la difesa del congolese.

Notizie correlate